Pesaro dedica una grande mostra alle pił note opere grafiche di Miró


Palazzo Mosca a Pesaro apre la sua mostra dell’estate dedicata alle opere grafiche di Joan Miró con quattro delle sue più importanti serie. 

Palazzo Mosca - Musei Civici di Pesaro apre il 9 luglio le sue mostre dell’estate: una dedicata Joan Miró, celebre artista catalano del Novecento e l’altra del giovane pesarese Michael Bardeggia nell’ambito delle celebrazioni dantesche. 

La prima, dal titolo, Joan Miró opere grafiche 1948-1971, sarà visitabile fino al 3 ottobre 2021 ed è organizzata dal Comune di Pesaro - Assessorato alla Bellezza e Sistema Museo, in collaborazione con The Art Co. La rassegna intende documentare attraverso quattro importanti serie le tecniche grafiche dell’artista, tra le più significative nella sua ampia produzione: Parler seul (1948-50), Quelques Fleurs pour des Amis (1964), Ubu Roi (1966) e Le Lézard aux plumes d’or (1971). 

Tra i primi libri d’artista, la serie grafica Parler seul viene presentata nel 1950 ed è nata dalla collaborazione tra Miró e l’editore Aimé Maeght che aveva messo a sua disposizione i torchi di Fernand Mourlot, il miglior stampatore parigino dell’epoca. Ispirate al testo scritto nel 1945 dal poeta Tristan Tzara nell’ospedale psichiatrico di Saint-Alban, le litografie costituiscono una sorta di dialogo interattivo tra parola e immagine, dando vita a una delle prime opere verbo-visive.

Intimo racconto dedicato ai personaggi del mondo dell’arte che hanno fatto parte della vita di Mirò, Quelques Fleurs pour des Amis venne pubblicato nel 1964. Ogni litografia presenta il loro fiore ideale o le loro peculiarità caratteriali ed esistenziali non visibili. Intento dei Fleurs è mostrare la gratitudine, l’amore e l’ammirazione verso amici artisti come Max Ernst, Nina Kandinsky, Henry Matisse, Fernand Mourlot, Marlene Dietricht, ma anche verso editori e mecenati, come i coniugi Maeght. 

Ubu roi, del 1966, è probabilmente la serie più significativa dell’intero corpus di opere grafiche di Miró che si rapporta con un testo teatrale di Alfred Jarry, edito nel 1896 e che anticipa molti degli elementi alla base del Surrealismo e del Teatro dell’Assurdo.
Ubu roi è una parodia del Macbeth di Shakespeare con riferimenti anche a Re Lear e all’Amleto, alla tragedia sofoclea dell’Edipo Re, all’opera di Rebelais (Pantagruel e Gargantua) fino a Pinocchio. Ubu è dispotico, capriccioso ed è caratterizzato da un umorismo grossolano, quasi un prototipo del dittatore del Novecento. Miró lo associa alla figura di Francisco Franco.

Infine, Le Lézard aux plumes d’or, del 1971, evoca una lucertola dalle piume d’oro, creatura fantastica che emerge dall’opera con uno sguardo o un movimento per poi perdersi di nuovo nella trama del colore e delle linee. L’uso di diversi registri espressivi, dal marcato grafismo messo in risalto dall’assenza di colore, come dalla combinazione e alternanza di superfici nere, verdi, rosse, blu e gialle, fanno di questa serie una piccola antologia dell’opera di Miró. 

Contemporaneamente alla mostra dedicata a Miró, Palazzo Mosca presenta anche la personale In Viaggio con Enrica dell’artista pesarese Michael Bardeggia: trenta illustrazioni tratte dal suo albo illustrato Dante, il mi’ babbo. La mostra è visitabile fino al 3 ottobre 2021. Le sue illustrazioni nascono da una ricerca storica e letteraria su personaggi del Trecento, da Boccaccio a Cavalcanti per arrivare a Dante; l’artista si confronta inoltre con la storia della Grecia classica e la mitologia, per giungere allo studio dell’utilizzo del colore nel periodo medievale, in particolare quello di Giotto. La narrazione si sviluppa attraverso gli occhi di una bambina, Enrica; spera di rivedere suo padre per rivivere quell’abbraccio mancato. I suoi ricordi si incontrano e si intrecciano con quelli di una monaca che ha vissuto quello stesso dolore, una donna che l’accoglie e la rassicura, raccontandole a suo modo un Viaggio molto speciale, quello vissuto da suo padre che altri non è che Dante Alighieri. 

Per info: www.pesaromusei.it

Orari: Da martedì a domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Dall’1 al 31 agosto aperto anche il lunedì. 

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraJoan Miró opere grafiche 1948-1971
CittàPesaro
SedePalazzo Mosca - Musei Civici di Pesaro
DateDal 09/07/2021 al 03/10/2021
ArtistiJoan Miró
TemiArte contemporanea, Joan Miró, Pesaro, Palazzo Mosca - Musei Civici di Pesaro

Pesaro dedica una grande mostra alle pił note opere grafiche di Miró
Pesaro dedica una grande mostra alle pił note opere grafiche di Miró


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma