Prorogata fino all'8 aprile la mostra Voglia d'Italia


Prorogata fino all’8 aprile la mostra Voglia d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano, dopo il grande successo di pubblico e critica.

Dato il grande successo di critica e di pubblico, è stato concesso oltre un mese di proroga alla mostra Voglia d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano, in corso a Roma nelle due sedi di Palazzo Venezia e delle Gallerie Sacconi al Vittoriano. La mostra avrebbe dovuto concludersi il 4 marzo ma è stata decisa la prosecuzione fino all’8 di aprile.

“Inaugurata lo scorso dicembre per iniziativa del Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, la mostra”, si legge in una nota, “è stata accolta da una grande attenzione della critica, della carta stampata, dei media radiotelevisivi e dei social network registrando anche un ampio consenso da parte del pubblico a Palazzo Venezia e al Vittoriano, grazie al quale si è collocata stabilmente tra le mostre più visitate in Italia. L’evento espositivo è il frutto di un progetto complesso e ambizioso, che, nell’ambito del programma di valorizzazione dei propri musei e luoghi di cultura portato avanti dal Polo Museale del Lazio, sottolinea l’attenzione dedicata in particolare a Palazzo Venezia e al Vittoriano, tornati ormai protagonisti della vita culturale della capitale e nel cuore del grande pubblico. Nella circostanza il visitatore può usufruire di un biglietto unico per le due sedi, che gli consente anche di accedere alla spettacolare terrazza panoramica del Vittoriano”.

La mostra è curata da Emanuele Pellegrini, docente presso l’IMT - School for Advanced Studies di Lucca, e del comitato scientifico fanno parte Francesca Baldry, Roberto Balzani, Flavio Fergonzi, Annamaria Giusti, Donata Levi e Carl Brandon Strahlke. L’allestimento è a cura di Benedetta Tagliabue dello studio EMBT di Barcellona, in collaborazione con Sonia Martone e Gabriella Musto del Polo Museale del Lazio. Comunicazione Civita Mostre, catalogo arte’m. Clicca qui per leggere la recensione della mostra scritta da Finestre sull’Arte.

Nell’immagine, una delle opere in mostra: Giulio Aristide Sartorio, Le Vergini Sagge e le Vergini Stolte (1890-1891; olio e tempera su tavola e tela, 188X295 cm; Roma, Galleria Comunale d’Arte Moderna).

Prorogata fino all'8 aprile la mostra Voglia d'Italia
Prorogata fino all'8 aprile la mostra Voglia d'Italia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma