Rinviata per emergenza sanitaria la grande monografica su Paris Bordon a Treviso. Le nuove date


Rinviata per emergenza sanitaria la più grande mostra monografica mai realizzata su Paris Bordon che si terrà a Treviso al Museo di Santa Caterina. Le nuove date. 

Inizialmente prevista dal 25 febbraio al 26 giugno 2022 al Museo di Santa Caterina di Treviso, la più grande mostra monografica mai tenutasi su Paris Bordon (Treviso, 1500 - Venezia, 1571) dal titolo Paris Bordon. Pittore divino, è stata rinviata alla luce dell’attuale situazione sanitaria e della proroga dello stato d’emergenza. La sede museale ha annunciato che la grande retrospettiva a cura di Simone Facchinetti e Arturo Galansino aprirà al pubblico dal 16 settembre 2022 al 15 gennaio 2023.

Saranno presenti molte opere mai esposte in Italia e provenienti dai più prestigiosi musei del mondo, tra cui l’Ermitage di San Pietroburgo, la National Gallery di Londra, il Louvre di Parigi, il Kunsthistorisches Museum di Vienna, l’Ashmolean Museum di Oxford, le Gallerie degli Uffizi di Firenze e i Musei Vaticani.

Intende raccontare la varietà e la ricchezza della produzione dell’artista trevigiano attraverso i suoi sensuali ritratti femminili, dai primi, fortemente influenzati da Palma il Vecchio e Tiziano (sarà esposto in mostra il più antico ritratto del 1523, proveniente dall’Alte Pinakothek di Monaco) a quelli più tardi caratterizzati da un sofisticato manierismo, e attraverso le rappresentazioni mitologiche, le allegorie, le scene sacre delle grandi pale d’altare e le piccole opere destinate alla devozione privata. In occasione dell’esposizione verrà appositamente restaurata la monumentale pala d’altare San Giorgio e il drago, proveniente dai Musei Vaticani.

Inoltre un itinerario di confronti e di rimandi a cura di Fabrizio Malachin, Dirigente alla Cultura, Musei, Biblioteche e Turismo del Comune di Treviso, consentirà al pubblico di riscoprire capolavori sparsi all’interno del territorio trevigiano e veneto, come la Consegna dell’anello al doge di Paris Bordon conservata alle Gallerie dell’Accademia di Venezia.

Per maggiori info: www.mostraparisbordon.it

Immagine: Paris Bordon, Allegoria (1560 circa; olio su tela, 109 x 176 cm; Vienna, Kunshistorisches Museum) Credit KHM-Museumsverband

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraParis Bordon. Pittore divino
CittàTreviso
SedeMuseo di Santa Caterina
DateDal 16/09/2022 al 15/01/2023
ArtistiParis Bordon
CuratoriArturo Galansino, Simone Facchinetti
TemiArte antica, Treviso, Paris Bordon

Rinviata per emergenza sanitaria la grande monografica su Paris Bordon a Treviso. Le nuove date
Rinviata per emergenza sanitaria la grande monografica su Paris Bordon a Treviso. Le nuove date


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


A Firenze in mostra i tesori etruschi: riunita dopo 150 anni importante collezione di circa 300 reperti
A Firenze in mostra i tesori etruschi: riunita dopo 150 anni importante collezione di circa 300 reperti
I robot dell'artista coreana Geumhyung Jeong sono in mostra a Modena
I robot dell'artista coreana Geumhyung Jeong sono in mostra a Modena
Napoli, al MANN una mostra sui temi mitologici di Dante nella raccolta del museo
Napoli, al MANN una mostra sui temi mitologici di Dante nella raccolta del museo
Il Settecento di Sebastiano Ricci e degli altri grandi in mostra a Belluno con opere della Fondazione Cariverona
Il Settecento di Sebastiano Ricci e degli altri grandi in mostra a Belluno con opere della Fondazione Cariverona
I Farnese e Viterbo: la mostra al Museo della Ceramica della Tuscia
I Farnese e Viterbo: la mostra al Museo della Ceramica della Tuscia
A Palermo la personale di Susan Meiselas, tra le prime fotografe ammesse all'agenzia Magnum
A Palermo la personale di Susan Meiselas, tra le prime fotografe ammesse all'agenzia Magnum