Al Broletto di Pavia presto esposte le fotografie più celebri di Doisneau


Al Broletto di Pavia saranno esposte dal 14 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 le più celebri fotografie di Robert Doisneau. 

La mostra "Robert Doisneau. Pescatore d’immagini" sarà accolta al Broletto di Pavia dal 14 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018.

Nel cuore della città, nello storico palazzo del XII secolo, i visitatori potranno ammirare settanta fotografie del celebre fotografo del Novecento che ripercorrono la sua carriera.

In mostra "Le Baiser de l’Hôtel de Ville“, ”Les pains de Picasso“, ”Prévert au guéridon", i numerosi scatti che raffigurano bambini, animali, innamorati, nonché il suo Autoritratto del 1949, con il quale si apre la rassegna.
Ogni suo scatto racconta la quotidianità, che diventa spesso insolita - per questo bisogna essere bravi a “pescare” le immagini al momento giusto - di Parigi.

La mostra è curata dall’Atelier Robert Doisneau - Francine Deroudille ed Annette Doisneau - in collaborazione con il professor Piero Pozzi, prodotta e realizzata da Di Chroma Photography e ViDi - Visit Different, in collaborazione con la Fondazione Teatro Fraschini e il Comune di Pavia – Settore Cultura.
Accompagna l’esposizione il catalogo Skira.

Per info: www.doisneaupavia.com

Orari: Martedì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18; mercoledì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 22; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19.

Biglietti: Intero 9 euro, ridotto 7 euro.

Immagine: Robert Doisneau, Les ecoliers de la rue Damesme, Paris 1956 @ Atelier Robert Doisneau

 

 

Al Broletto di Pavia presto esposte le fotografie più celebri di Doisneau
Al Broletto di Pavia presto esposte le fotografie più celebri di Doisneau


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER