Dantedì, i musei statali di Roma narrano Dante con opere d'arte e attori


In occasione del Dantedì, i musei statali di Roma propongono letture dantesche con attori e presentazione di opere d’arte delle collezioni. 

Letture dantesche nei musei di Roma in occasione del Dantedì, il 25 marzo, giorno in cui gli studiosi hanno individuato come l’inizio del viaggio di Dante attraverso Inferno, Purgatorio e Paradiso. La Direzione dei Musei Statali della Città di Roma propone la presentazione online di un’opera d’arte o di un luogo particolare scelti e presentati da ciascuno dei direttori dei musei, ai quali affiancare un canto della Divina Commedia recitato da cinque attori professionisti del teatro italiano, che si alterneranno all’interno dei vari musei.

Si partirà da Castel Sant’Angelo sul Ponte Elio, oggi Ponte Sant’Angelo, con il XVIII canto dell’Inferno; si passerà al XVIII canto del Paradiso alla Galleria Spada grazie a un dipinto caravaggesco raffigurante i santi Pietro e Paolo di Giovanni Baglione; si giungerà poi al Museo Boncompagni Ludovisi con il XXVIII canto del Purgatorio, che nel Salone delle vedute farà immergere nell’Eden dove si troveranno Dante e Matelda.

Il percorso proseguirà al Museo Mario Praz nel IV canto dell’Inferno e, ancora, nel Salotto di Giovanni Sgambati, conservato al Museo degli Strumenti musicali, dove con il V canto dell’Inferno si narrerà l’amore tragico di Paolo e Francesca; infine, con il X canto del Purgatorio, si ammirerà l’Annunciazione di Melozzo da Forlì nella Basilica di Santa Maria ad Martyres – Pantheon.

Il viaggio terminerà nel Santuario etrusco dell’Apollo, nell’area archeologica di Veio, dove con il I e II canto del Paradiso si ascolterà l’invocazione di Dante ad Apollo e Minerva.

Infine si dedicherà spazio ai due incontri di Dante con Beatrice nei 9 e 18 anni di lei: al Museo Andersen, davanti al bassorilievo di Hendrik Christian Andersen che li raffigura, si ascolteranno il II e III capitolo della Vita Nova.

Gli attori coinvolti nell’iniziativa che reciteranno i canti di Dante sono Marco Cavalcoli, Lorenzo Gioielli, Elvira Frosini, Daniele Timpano e Massimo Verdastro.

L’intera serie sarà visibile online il 25 marzo 2021 sulle piattaforme social e siti web del MIC e della Direzione Musei Statali della Città di Roma.

Dantedì, i musei statali di Roma narrano Dante con opere d'arte e attori
Dantedì, i musei statali di Roma narrano Dante con opere d'arte e attori


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma