Alle Gallerie dell'Accademia arriva un nuovo Giorgione: sono tre ora le sue opere nel museo di Venezia


Le Gallerie dell’Accademia di Venezia si arricchiscono di un nuovo Giorgione: arriva il ’Concerto’, concesso in comodato quinquennale dal proprietario, un collezionista privato.

Le Gallerie dell’Accademia di Venezia si arricchiscono di un nuovo dipinto del Giorgione (Castelfranco Veneto, 1478 - Venezia, 1510): si tratta del Concerto, noto anche come Davide cantore, concesso al museo in comodato quinquennale da un collezionista privato, e che va a unirsi alla celeberrima Tempesta e alla Vecchia. Le tre opere compongono un fondamentale nucleo giorgionesco, in quanto tutte facevano parte un tempo della collezione del patrizio veneziano Gabriele Vendramin. Per un mese, a partire dal 27 giugno 2018, le tre opere saranno esposte tutte assieme nella sala XXIII delle Gallerie: in seguito, la Vecchia sarà sottoposta a un importante e necessario intervento di restauro. Gli altri due dipinti rimarranno invece visibili, assieme.

“L’allestimento temporaneo”, si legge nella presentazione, “le vedrà accostate per permettere di cogliere diverse declinazioni dell’arte di Giorgione alle Gallerie: la Tempesta un’innovazione verso la pittura di paesaggio, la Vecchia un ritratto del tempo, il Concerto una nuova monumentalità della figura”. Il Concerto, che è stato letto anche come Cantore deriso, è un’opera attribuita a Giorgione e coloro che lo assegnano alla produzione dell’artista veneto (alcuni studiosi sono infatti incerti sull’attribuzione) tendono a collocarlo nell’ultima fase della sua carriera, in una data compresa all’incirca tra il 1508 e il 1510.

Nell’immagine: Giorgione, Concerto (1508-1510 circa; olio su tela, 86 x 70 cm; Collezione privata, concesso in comodato quinquennale alle Gallerie dell’Accademia di Venezia)

Alle Gallerie dell'Accademia arriva un nuovo Giorgione: sono tre ora le sue opere nel museo di Venezia
Alle Gallerie dell'Accademia arriva un nuovo Giorgione: sono tre ora le sue opere nel museo di Venezia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER