Una tartaruga ninja si aggira tra le sale del Metropolitan Museum


Simpatica iniziativa del Metropolitan Museum che fa visitare la mostra su Michelangelo all’omonima tartaruga ninja.

Il Metropolitan Museum di New York, per festeggiare lo straordinario risultato raggiunto dalla mostra su Michelangelo che chiuderà il prossimo 12 febbraio (oltre 500.000 i visitatori che, dal 13 novembre, si sono recati nelle sale del Met per visitarla), ha chiamato un ospite speciale (o uno special guest, come usa dire in questi casi): si tratta di Michelangelo, la simpatica tartaruga ninja con la benda arancione, amante della pizza e, a quanto pare, anche dell’arte del Rinascimento.

“Questa mattina”, ha twittato il Met lo scorso 25 gennaio, “abbiamo dato il benvenuto al Met a Michelangelo, una delle tartarughe ninja. Il nostro celebrity guest è venuto da noi per vedere i lavori di un artista che ha il suo stesso nome”. La visita della tartaruga ninja è stata ideata dal Met assieme alla NYC & Company, l’azienda di promozione turistica di New York: i quattro rettili di fumetti e cartoni animati sono i “Family Ambassadors” dell’organizzazione. Infatti, la storia a fumetti creata da Kevin Eastman e Peter Laird negli anni Ottanta, racconta che le quattro tartarughe ninja (Leonardo, Raffaello, Donatello e Michelangelo) abitano nelle fogne di New York: erano in origine quattro tartarughine, geneticamente modificate in seguito a un incidente, e allevate come ninja dal topo Splinter, che ha dato a ognuna di loro un nome ispirandosi proprio ai quattro grandi artisti del Rinascimento. Le tartarughe combattono il crimine e ognuna ha caratteristiche proprie: Michelangelo in particolare è il più simpatico e scherzoso del gruppo.

Nell’immagine, la tartaruga Michelangelo con il busto del Michelangelo artista realizzato da Daniele da Volterra.

Una tartaruga ninja si aggira tra le sale del Metropolitan Museum
Una tartaruga ninja si aggira tra le sale del Metropolitan Museum


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER