Le mostre dei Musei Civici di Reggio Emilia si visitano online: ecco come (e vale anche per i musei stessi)


I Musei Civici di Reggio Emilia attivano un tour virtuale del museo, oltre a due mostre online.

I Musei Civici di Reggio Emilia invitano il proprio pubblico a visitare i musei e le mostre... dal proprio computer, in attesa che i musei riaprano finita l’emergenza sanitaria. I musei reggiani hanno infatti attivato il tour virtuale che si può comodamente percorrere con Google Arts & Culture, per vedere da casa tutte le sale del museo e approfondire le collezioni permanenti. A questo link è possibile cominciare la propria visita!

Inoltre, sempre sulla piattaforma Google Arts & Culture, sono disponibili due mostre online. La prima s’intitola Herbaria Antiqua (visita a questo link, che “espone” le antiche collezioni botaniche dei Musei Civici di Reggio Emilia. La seconda è invece Beauty in Nature (a questo link la visita), un approfondimento sul grande biologo Lazzaro Spallanzani (Scandiano, 1729 - Pavia, 1799) e sulla sua collezione privata, esposta nei musei.

Per chiunque voglia lasciare un parere sulla visita virtuale, i Musei Civici hanno anche preparato un questionario da compilare in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia.

Nell’immagine: visita virtuale ai Musei Civici di Reggio Emilia.

Le mostre dei Musei Civici di Reggio Emilia si visitano online: ecco come (e vale anche per i musei stessi)
Le mostre dei Musei Civici di Reggio Emilia si visitano online: ecco come (e vale anche per i musei stessi)


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma