Un complesso termale giapponese è una delle 107 stampe acquisite dal Museo d'Arte Orientale di Venezia


Nuova acquisizione per il Museo d’Arte Orientale di Venezia: un album di centosette stampe xilografiche assemblato in epoca Meiji.

Il Museo d’Arte Orientale di Venezia si arricchisce grazie a una nuova acquisizione: un acquisto coattivo a titolo di prelazione compiuto dalla Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio – Servizio IV del Ministero della Cultura, a seguito della richiesta dell’Ufficio di Esportazione Antichità e Belle Arti della Soprintendenza ABAP per la città metropolitana di Milano e sentito il parere della professoressa Rossella Menegazzo dell’Università di Milano Statale. 

Si tratta di un album di centosette stampe xilografiche dal titolo Azuma nishikie jō zen, assemblato in epoca Meiji, che contiene opere di Tsukioka Yoshitoshi, Utagawa Kunisada, Utagawa Kuniyoshi, Toyahara Kunichika e altri artisti di quel contesto. 

Immagine: Toyohara Kunichika, Kamitsuke Shima kōsen sekitei uchi no zu 上毛四万鉱泉関邸内之図 (Immagine del complesso termale Shima presso Kamitsukeno), 1881 circa.

Un complesso termale giapponese è una delle 107 stampe acquisite dal Museo d'Arte Orientale di Venezia
Un complesso termale giapponese è una delle 107 stampe acquisite dal Museo d'Arte Orientale di Venezia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE