Napoli, dopo un anno e mezzo riapre il Gabinetto Segreto del Museo Archeologico Nazionale


Dopo un anno e mezzo (aveva chiuso a febbraio 2020) riapre il Gabinetto Segreto del Museo Archeologico Nazionale, ovvero la sezione che ospita i reperti a soggetto erotico.

A partire da mercoledì 11 agosto, al Museo Archeologico Nazionale di Napoli riaprono le sale del Gabinetto Segreto, dedicate ai 250 reperti a soggetto erotico ritrovati durante gli scavi nelle città vesuviane. Le visite si terranno al mattino, dalle 9 alle 14, e saranno possibili per gruppi di otto persone alla volta.

“Un dono simbolico a cittadini e turisti presenti in città a Ferragosto”, dìichiara Paolo Giulierini, direttore del MANN. Il Gabinetto Segreto del Museo Archeologico Nazionale di Napoli era stato chiuso a febbraio 2020, ovvero nei primi momenti della pandemia di Covid-19. La raccolta adesso finalmente riapre in sicurezza e sarà visibile tutti i giorni (eccetto martedì, riposo settimanale) dalle ore 9 alle 14: questo per effetto dell’applicazione delle nuove disposizioni sul Green Pass, “in modo che possa essere garantito un percorso da vivere in tutta sicurezza”, afferma il museo.

Nell’immagine, Pan e Ermafrodito dalla Casa dei Dioscuri di Pompei

Napoli, dopo un anno e mezzo riapre il Gabinetto Segreto del Museo Archeologico Nazionale
Napoli, dopo un anno e mezzo riapre il Gabinetto Segreto del Museo Archeologico Nazionale


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Genova, apre la Fondazione Pallavicino, con sede in uno dei Rolli. Sarà diretta da Vittorio Sgarbi
Genova, apre la Fondazione Pallavicino, con sede in uno dei Rolli. Sarà diretta da Vittorio Sgarbi
I piccoli musei toscani a Franceschini: “la prenotazione obbligatoria per noi è una condanna”
I piccoli musei toscani a Franceschini: “la prenotazione obbligatoria per noi è una condanna”
Mudec, dieci donne che hanno cambiato la storia della fotografia
Mudec, dieci donne che hanno cambiato la storia della fotografia
Venezia, un nuovo direttore per Palazzo Grassi: è il francese Bruno Racine. Succede a Martin Bethenod
Venezia, un nuovo direttore per Palazzo Grassi: è il francese Bruno Racine. Succede a Martin Bethenod
Polo del '900, al via le iniziative online per la Giornata della Memoria
Polo del '900, al via le iniziative online per la Giornata della Memoria
Trieste, Brunori Sas visita il Castello di Miramare. La direttrice: “spronerà i giovani”
Trieste, Brunori Sas visita il Castello di Miramare. La direttrice: “spronerà i giovani”