La Peggy Guggenheim Collection riapre il 2 giugno, ma solo nei weekend


La Peggy Guggenheim Collection accoglierà di nuovo il pubblico dal 2 giugno, ma sarà visitabile solo il sabato e la domenica dalle 10 alle 18. 

La Peggy Guggenheim Collection si prepara ad accogliere di nuovo dal vivo i suoi visitatori dal 2 giugno: in occasione della giornata di riapertura, la sede museale veneziana sarà accessibile gratuitamente dalle 10 alle 18 con ingresso contingentato e previa prenotazione da effettuare dal 22 maggio all’1 giugno alle ore 14, telefonando al numero  +39 041 2405440 (da lunedì a venerdì, dalle 10 alle 15) specificando la fascia oraria richiesta o scrivendo a prenotazioni@guggenheim-venice.it sempre specificando la fascia oraria richiesta. 

Sarà visitabile al pubblico solo la collezione permanente, mentre la mostra temporanea Migrating Objects rimarrà allestita ma per il momento non accessibile, in attesa di verificare una possibile data di apertura. 

A partire dal 3 giugno, la Collezione Peggy Guggenheim sarà aperta il sabato e la domenica dalle 10 alle 18, seguendo le misure di sicurezza previste: un massimo di 70 persone presenti contemporaneamente negli spazi museali, accesso contingentato, consigliato acquisto del biglietto online (è possibile acquistare il biglietto in sede ma solo con carta di credito o bancomat), armadietti portaoggetti a disposizione regolarmente sanificati. Inoltre sia nelle sale che negli spazi esterni, ovvero nel giardino e nella terrazza, è previsto l’obbligo di mascherina, igienizzazione delle mani tramite gli appositi dispenser e una distanza interpersonale di almeno un metro.

Il Museum Café non sarà accessibile al pubblico. 

Per maggiori info: guggenheim-venice.it

Ph.Credit Matteo de Fina  

La Peggy Guggenheim Collection riapre il 2 giugno, ma solo nei weekend
La Peggy Guggenheim Collection riapre il 2 giugno, ma solo nei weekend


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER