Pirelli HangarBicocca lancia il progetto Bubbles per “navigare” nell'arte contemporanea


Milano, Pirelli HangarBicocca lancia un nuovo progetto digitale, chiamato “Bubbles”, che vi fa esplorare l'arte contemporanea grazie ai contenuti creati dal museo. Ecco come visitarlo.

Dal 9 marzo 2021 è online il nuovo progetto digitale Bubblesche vede il sito web di Pirelli HangarBicocca trasformarsi in una mappa di contenuti dinamica e in continuo aggiornamento che ruota attorno all’arte e agli artisti.

Il progetto Bubbles è un ambiente digitale concepito per esplorare l’universo dell’arte contemporanea e per ritrovare, attraverso un’esperienza di navigazione fluida, l’ampia produzione di contenuti realizzata da Pirelli HangarBicocca intorno alle mostre e agli eventi culturali. Il nuovo sito web non offre infatti solo l’opportunità di completare o preparare la visita negli spazi espositivi, ma intende anche essere un contesto autonomo, uno strumento indipendente ed efficace per chiunque desideri rimanere aggiornato sui temi della creatività contemporanea: dagli appassionati agli studenti, dai ricercatori ai fruitori curiosi.

La navigazione è strutturata per incontrare cinque diverse tipologie di “Bubbles”, vere “bolle” di materiale testuale, video e audio che offrono diverse categorie di esperienze. Attraverso le Bubbles Watch, Read, Listen, Connect ed Experience è possibile affrontare una moltitudine di argomenti e temi tramite video o estratti di articoli e cataloghi, esplorare le mostre di Pirelli HangarBicocca da una prospettiva differente, ascoltare le playlist musicali di artisti, connettersi a progetti collaterali e anche partecipare in tempo reale agli eventi realizzati in streaming. Le interviste, i video, i saggi, i link a progetti correlati, le playlist e le dirette live rendono pirellihangarbicocca.org uno spazio digitale popolato di contenuti interconnessi che permettono all’utente di transitare da un approfondimento all’altro seguendo i propri interessi e obiettivi.

Con una modalità di ricerca accessibile e diretta, il nuovo sito web mira ad agevolare la fruizione e il reperimento di informazioni e a rendere più immediata la consultazione di materiali d’archivio, l’accesso a temi di approfondimento e la partecipazione alle iniziative digitali. Oltre alla consultazione della parte informativa, l’utente può scegliere di fluttuare da una “bolla” all’altra, scoprendo e disponendo dei contenuti.

Il nuovo design restituisce una dimensione caratterizzata dalla fluidità di linee, da tratti duttili e stondati, da una rappresentazione grafica composta di ombre, sfocature, forme morbide e piani sovrapposti che ricalca uno spazio digitale variabile, aperto e dai confini labili, un ambiente in cui fluttuare tra le “Bubbles”, stando in superficie o immergendosi in profondità. Apre il sito il profilo dell’edificio ex industriale di Pirelli HangarBicoccareso con un leggero tratto a spiovente, che indica la presenza di un nuovo hub e la possibilità di fare esperienza sia reale, negli spazi fisici di Via Chiese a Milano, sia digitale sul web.

Il progetto Bubbles è stato concepito e svilppato con l’obiettivo di arricchire le modalità di divulgazione dell’arte contemporanea. Attraverso la condivisione di contenuti di qualità,Pirelli HangarBicocca intende ampliare la proposta culturale dell’istituzione mettendola a disposizione del pubblico, in linea con la sua missione che da anni viene rappresentata e comunicata con l’hashtag #ArtToThePeople.

Per visitare il progetto Bubbles, visitate il sito ufficiale di Pirelli HangarBicocca.

Pirelli HangarBicocca lancia il progetto Bubbles per “navigare” nell'arte contemporanea
Pirelli HangarBicocca lancia il progetto Bubbles per “navigare” nell'arte contemporanea


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma