Al Parco del Colosseo uno sperimentale sistema di monitoraggio per la tutela degli alberi centenari


Presentata oggi una nuova e sperimentale piattaforma per monitorare in tempo reale lo stato di salute degli alberi del Parco archeologico del Colosseo. 

È stata presentata oggi presso la Curia Iulia, nell’ambito dell’incontro Living Labs promosso dal Parco Archeologico del Colosseo, la nuova piattaforma in tempo reale e modalità web‒GIS predisposta per la salvaguardia e la gestione del verde di parchi di interesse storico culturale, archeologico e naturalistico. Space to Tree: Earth Observation based monitoring of Natural and historical Park, questa la denominazione della piattaforma, ha l’obiettivo di facilitare un’efficace attività di monitoraggio sullo stato di salute degli alberi del Parco archeologico del Colosseo a difesa della bellezza del patrimonio arboreo, archeologico e monumentale che il Parco custodisce.

Il Parco Archeologico del Colosseo, in collaborazione con DIGIMAT S.p.A, con l’Istituto di Metodologie per l’Analisi Ambientale (IMAA) e l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale (ISPC) del Consiglio Nazionale delle Ricerche, che ne sono gli ideatori, ha applicato in via sperimentale a cinque Pinus pinea centenari del PArCo il sistema di allerta in grado di monitorare i parametri biomeccanici della vegetazione, nonché gestire i rischi evitando danni a persone o cose.

Un’iniziativa, in sperimentazione anche presso la Riserva Naturale di Metaponto in Basilicata, che trova la sua applicazione all’interno del Parco archeologico del Colosseo, da sempre impegnato nella salvaguardia e nella valorizzazione del grande patrimonio arboreo conservato al suo interno e che comprende, inoltre, 148 alberi ultracentenari.

La piattaforma S23 consentirà quindi una mirata azione di tutela del patrimonio verde, attraverso uno strumento innovativo e di immediata efficacia, utile tanto ai ricercatori, quanto agli agronomi, ai botanici e agli architetti paesaggisti, consentendo una rilevazione puntuale di possibili criticità ma anche delle tipologie e delle caratteristiche degli alberi stessi.

Lo strumento, che opera in modalità multiscala e multiparametrica, consente un monitoraggio costante da remoto grazie a una tecnologia “Remote Sensing” montata su piattaforma satellitare Sentinel2 in grado di captare dallo spazio le variazioni della clorofilla attraverso il Programma Copernicus di ESA. Attraverso una strumentazione operante con tecnologia fotogrammetrica, termografica ad infrarosso e radar sarà dunque possibile analizzare lo stato del tronco dell’albero, evidenziandone la pienezza o la presenza di fratture interne; un approccio prossimale Iot Sensing in tecnologia 5G permetterà di porre in correlazione i dati con le componenti del vento misurate con un anemometro locale, installato sulla terrazza della Basilica di Massenzio, monitorando il comportamento dinamico degli alberi sottoposti a sollecitazioni meccaniche.

In occasione della presentazione del progetto e della piattaforma sono intervenuti Alfonsina Russo, Direttrice del Parco archeologico del Colosseo, Gabriella Strano, Architetto Paesaggista del Parco archeologico del Colosseo, Domenico Conte, Divisione Sviluppi SW e Ricerca Industriale Digimat S.p.A, Nicola Masini, CNR Research Director and Deputy Director of CNR-ISPC, Rosa Lasaponara, Responsabile scientifico laboratorio ARGON del CNR-IMAA e Nicodemo Abate, Ricercatore CNR-ISPC.

Al Parco del Colosseo uno sperimentale sistema di monitoraggio per la tutela degli alberi centenari
Al Parco del Colosseo uno sperimentale sistema di monitoraggio per la tutela degli alberi centenari


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020