Treccani Arte e MAXXI collaborano per dieci opere in edizione limitata


Nasce Treccani Arte/MAXXI, progetto di collaborazione che prevede la realizzazione di dieci opere in edizione limitata di dieci diversi artisti. 

In occasione del decennale del MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo nasce il progetto Treccani Arte/MAXXI: dieci opere in edizione limitata sono state commissionate ad altrettanti artisti italiani e internazionali i cui lavori hanno segnato la storia della sede museale. L’iniziativa, nata da un’idea di Treccani Arte, progetto interamente dedicato al contemporaneo dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, è curata dal MAXXI Arte.

“In occasione del decennale” ha dichiarato il direttore del MAXXI Bartolomeo Pietromarchi, “il museo ha sviluppato diversi progetti per celebrare questo importante momento della sua storia, dedicati al racconto delle mostre e delle attività già realizzate, ma anche alla riflessione condivisa sul futuro. Abbiamo anche avviato con l’Istituto Treccani, che per vocazione storica ha molti obiettivi in comune con il MAXXI, un progetto di collaborazione e valorizzazione della pratica di artisti che fanno parte delle nostre collezioni e che abbiamo coinvolto nella realizzazione di multipli d’artista a tiratura limitata”.

 Le prime tre opere in edizione limitata scelte per dare il via all’iniziativa sono di Alfredo Jaar, Remo Salvadori e Nico Vascellari, tutte concepite in dialogo con i lavori dei rispettivi artisti esposti o acquisiti nelle collezioni del MAXXI nei primi dieci anni di attività del museo.

In Antonio Gramsci è vivo, Alfredo Jaar riprende l’opera Infinite Cell del 2004 e sviluppa le infinite riflessioni sul tema della reclusione. A partire dalla pagina storica di Giustizia e Libertà del 30 aprile 1937 in cui veniva annunciata la tragica scomparsa di Antonio Gramsci, l’artista ripropone la sua ricerca sull’isolamento dell’intellettuale contemporaneo in grado di aprirsi vie di fuga attraverso l’esercizio del pensiero, generando processi creativi destinati all’immortalità. (35 esemplari + 6 PDA)

Dall’opera Alfabeto (2019) esposta in occasione della mostra Della materia spirituale dell’arte, Remo Salvadori sceglie il quadrato, simbolo della terra e metafora della geometria celeste, e il rame, metallo centrale del percorso alchemico di trasformazione del piombo in oro: realizza così Nel momento. Una grammatica fatta di segni e linee, piani e forme elaborate dall’artista per dare vita a un accostamento di forze e materialità, producendo un’armonia geometrica e insieme metafisica. (25 esemplari + 6 PDA)

Dall’opera Revenge (2007), vincitrice del Premio giovane arte in occasione della 52esima Biennale di Venezia poi riallestita al museo MAXXI nel 2018, Nico Vascellari recupera lastre di legno di abete che sono avanzate a seguito del riadattamento spaziale dell’installazione nei nuovi ambienti del museo. Realizza così REVENGE (Under The Sign Of). Il legno, parte integrante della grande installazione scultorea, intagliato a mano e in seguito bruciato dall’artista, diviene il materiale privilegiato per la realizzazione dei dodici esemplari. (12 esemplari + 3 PDA)

Il progetto si inserisce nell’ambito del filone di interesse dell’Istituto per l’arte contemporanea, iniziato con la nascita nel 2018 di Treccani Arte, centro di ricerca e produzione di opere editoriali, multipli d’arte, mostre ed eventi.

Le opere in edizione limitata saranno disponibili da gennaio 2021 sul sito www.treccaniarte.com

Immagine: Remo Salvadori, Nel momento (2020). Courtesy l’artista e Treccani Arte

 

Treccani Arte e MAXXI collaborano per dieci opere in edizione limitata
Treccani Arte e MAXXI collaborano per dieci opere in edizione limitata


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma