Verger (Museo Nazionale Romano): “Non è tempo perso. Tanto lavoro anche con musei chiusi”


Il nuovo direttore del Museo Nazionale Romano Stéphane Verger sui musei chiusi: "C’è tanto lavoro. Non è un periodo perso".

In un’intervista all’ANSA, il nuovo direttore del Museo Nazionale Romano Stéphane Verger, ha commentato la chiusura dei musei e delle mostre prevista dal nuovo Dpcm: "Vengo dalla Francia, dove il lockdown è in vigore già da una settimana per la seconda ondata della pandemia. Me lo aspettavo, ma prima di tutto conta la situazione sanitaria. Sono i medici e chi si sta occupando della pandemia da sei mesi che devono dare le indicazioni. Non mi compete dire se è giusto o no. È un periodo talmente incerto. La cosa ragionevole è seguire le decisioni prese. Si spera che siano buone decisioni che permettano di restringere i contagi. Dobbiamo fare fronte insieme guardando al momento in cui si riaprirà con grande gioia di tutti". 

Tuttavia, ha poi aggiunto che "non sarà un periodo perso“, perché ”nei musei in generale, e nel Museo Nazionale Romano in particolare, c’è talmente tanto da fare per ripensare le collezioni, i percorsi espositivi, il restauro delle opere. Dietro le porte chiuse si continua a lavorare e poi si potrà mostrare il risultato di questa attività“. E prosegue affermando che ”un museo deve essere presente sui social, come è successo nei mesi scorsi. Abbiamo inaugurato il nuovo sito che implementeremo nelle prossime settimane con visite virtuali, intervento di specialisti, presentazioni di opere. Da un male possono uscire cose buone, un nuovo modo di presentare le collezioni, sperimentare percorsi nuovi".

Stéphane Verger è tra i nuovi direttori dei tredici grandi musei che avevano direzione vacante, i cui nomi erano stati comunicati a settembre 2020.  

Verger (Museo Nazionale Romano): “Non è tempo perso. Tanto lavoro anche con musei chiusi”
Verger (Museo Nazionale Romano): “Non è tempo perso. Tanto lavoro anche con musei chiusi”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma