Da agosto torna visitabile l'intero Complesso del Duomo di Siena


Dall’1 agosto riaprirà al pubblico l’intero Complesso monumentale del Duomo di Siena. Nuova illuminazione per la Libreria Piccolomini.

Da sabato 1 agosto riaprirà al pubblico l’intero Complesso monumentale del Duomo di Siena: sarà possibile accedere oltre che al Duomo e al Museo, alla Porta del Cielo, al Facciatone, alla Cripta, al Battistero e alla Libreria Piccolomini, quest’ultima appena oggetto di una nuova illuminazione.

Gli orari e le condizioni di bigliettazione saranno quelle ordinarie.

Il percorso di visita si snoda all’interno della Cattedrale, con il pavimento e la Porta del Cielo, e include il Museo dell’Opera con la salita al Facciatone, proseguendo nella Cripta e nel Battistero.

La Libreria Piccolomini risplende di nuova luce grazie alla collaborazione dell’Opera della Metropolitana con la ERCO, specialista per l’illuminazione dell’architettura. È stato completato inoltre il restauro ligneo dei banconi e delle teche con sostituzione dei vetri che racchiudono preziosi codici miniati: in questo modo si possono ammirare in ogni dettaglio i Corali della cattedrale. Il restauro ha interessato anche il portale lapideo interno alla Libreria, la soprastante edicola e il gruppo delle Tre Grazie.

Il servizio di prenotazione è accessibile online o attraverso call center e permetterà di evitare code per l’ingresso.

Riprende la bigliettazione ordinaria con la possibilità di acquistare l’Opa Si Pass al costo di 13 euro che consente l’accesso a tutto il complesso (tranne alla Porta del Cielo che ha accessi contingentati).

 

Da agosto torna visitabile l'intero Complesso del Duomo di Siena
Da agosto torna visitabile l'intero Complesso del Duomo di Siena


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma