Palazzo Albergati - La collezione Gelman

Nevermore

Autore: Paul Gauguin
1897
Londra, Courtauld Gallery

Tra le letture che più affascinarono il grande artista francese Paul Gauguin è possibile citare il poema The Raven ("Il corvo") che il pittore lesse in francese nella traduzione di Stéphane Mallarmé e i cui temi sviluppò in diversi dipinti. Una di queste opere è Nevermore del 1897: il titolo fa riferimento alla parola (appunto "nevermore", cioè "mai più") che il corvo protagonista del poema di Poe ripete incessantemente. Nel dipinto, uno splendido nudo femminile la cui protagonista è una donna tahitiana (Gauguin si trasferì a Tahiti nel 1891) distesa su un letto, il corvo appare sul davanzale di una finestra, e sul muro possiamo facilmente notare la scritta Nevermore.

Tuttavia, nello scrivere al suo amico nonché pittore e collezionista Daniel de Monfreid, Gauguin disse di voler unicamente rappresentare, in Nevermore, un "semplice nudo" che potesse simboleggiare nient'altro che un erotismo esotico e allo stesso tempo arcaico. Eppure, dietro alla donna (che altri non è che Pahura, la giovanissima ragazza con cui il pittore conviveva a Tahiti), notiamo due inquietanti figure femminili, che confabulano tra loro rendendo piuttosto tesa l'atmosfera, anche perché la protagonista sembra quasi rivolgere lo sguardo indietro con un'aria di sospetto. Dall'opera ricaviamo insomma una sensazione di neanche troppo velata tristezza (Gauguin stava attraversando un periodo non certo facile, che sarebbe culminato nel 1898 con il tentato suicidio), che riecheggia le atmosfere del poemetto di Edgar Allan Poe, la cui malinconia può essere ben simboleggiata proprio dalla parola "nevermore".

La bellezza esotica della ragazza distesa, che occupa tutto il dipinto in orizzontale, richiama alla mente l'Olympia di Manet, che Gauguin doveva aver presente. Il dipinto, che si trova alla Courtauld Gallery di Londra, nel 2010 è stato curiosamente eletto "il più romantico dipinto della Gran Bretagna" a seguito di un sondaggio indetto dall'organizzazione The Art Fund, che si occupa di raccogliere fondi per acquistare opere da destinare ai musei del paese.

7 luglio 2016

Nevermore di Paul Gauguin

Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"





Galleria Continua

Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Patrimonio     Politica e beni culturali     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Quattrocento     Riforme     Cinquecento     Ottocento     Genova     Firenze     Arte medievale     Settecento    

Strumenti utili