Legge di bilancio 2022, ecco tutte le misure per la cultura


Approvata con 355 voti a favore e 45 contrari la Legge di Bilancio 2022. Ecco tutte le misure per la cultura. Franceschini: “la cultura è centrale nell’azione di politica economica del governo”.

Con 355 voti a favore e 45 contrari, la Camera dei Deputati ha dato il via libera definitivo alla Legge di Bilancio 2022. Il testo era stato approvato dal Senato tra il 23 e il 24 dicembre e adesso ha ricevuto il sì definitivo della Camera. La manovra 2022 prevede un pacchetto di misure per 30 miliardi di euro (23 dei quali finanziati a deficit), tra cui 12 per il taglio delle tasse, 4 per la sanità, 3 per la riforma degli ammortizzatori sociali, 3 contro il caro bollette, 1 e mezzo per pensioni e cassa integrazione, 1 e mezzo per incentivi alle imprese, 1 per il rifinanziamento del reddito di cittadinanza. E c’è poi un miliardo anche per la cultura, oltre a 500 milioni per istruzione e ricerca.

“La cultura”, ha commentato il ministro della cultura Dario Franceschini, “è centrale nell’azione di politica economica del governo. Dal potenziamento dei fondi per il cinema e l’audiovisivo, alle nuove risorse per contrastare lo spopolamento dei borghi e dei piccoli centri delle aree interne, alle norme per biblioteche, archivi e librerie, ai fondi per la tutela del patrimonio culturale, al sostegno al reddito per i lavoratori dello spettacolo fino alla proroga del bonus facciate, seppur rimodulato al 60% per il 2022, tutti i settori culturali vedono crescere l’investimento e l’intervento dello Stato”.

Ecco nel dettaglio le principali misure contenute nella Legge di Bilancio 2022 per la cultura.

Bonus facciate, comma 28

Viene prorogato a tutto il 2022 il ‘Bonus Facciate’. Il credito d’imposta, che per il 2021 è stato pari al 90%, seppur rimodulato al 60%, continuerà a rivolgersi al settore edilizio con investimenti per il restauro e il recupero delle facciate di palazzi e condomini.

Musei della scienza, comma 302

Al fine di sostenere e incentivare in maniera organica e sistematica la diffusione della cultura scientifica, anche a vantaggio della tutela, fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese, è autorizzato un contributo annuale, a decorrere dall’anno 2022, di 1,5 milioni di euro per ciascuno dei seguenti enti: Fondazione IDIS-Città della scienza di Napoli, Fondazione Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano e Museo Galileo-Istituto e museo di storia della scienza di Firenze. Il Ministero dell’università e della ricerca esercita sui tre enti attività di vigilanza, attraverso la nomina degli organi di controllo e l’approvazione dei piani triennali di attività.

Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e nell’audiovisivo, comma 348

Il fondo previsto dalla Legge Franceschini del 2016 per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e nell’audiovisivo viene incrementato di ulteriori 110 milioni di euro. L’importo minimo annuale del fondo, nel 2016 di 400 milioni di euro, ora partirà da 750 milioni di euro. Il progressivo aumento del fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e nell’audiovisivo ha permesso di stabilizzare il tax credit cinema al 40%.

Fondo cultura, comma 349

Viene rifinanziata con 20 milioni di euro, per il 2022 e 2023, la dotazione del Fondo cultura istituito dal decreto rilancio nel maggio 2020 per promuovere gli investimenti sul patrimonio culturale materiale e immateriale e aperto alla partecipazione di soggetti privati.

Promozione della lettura, comma 350

30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023 per promuovere la lettura e sostenere la filiera dell’editoria libraria. Le risorse sono assegnate alle biblioteche dello Stato, degli enti territoriali e degli istituti per l’acquisto di libri rivolgendosi in modo prevalente alle librerie presenti sui propri territori.

Sostegno alle librerie (tax credit), comma 351

Al fine di potenziare le attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri, l’autorizzazione di spesa di cui all’articolo 1, comma 319, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, è incrementata di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023.

Nuovo welfare dei lavoratori dello spettacolo, comma 352

Al via il Fondo per il Sostegno Economico Temporaneo - SET, con una dotazione iniziale di 40 milioni di euro nel 2022 e 40 milioni di euro annui a decorrere dal 2023. Il SET rientra tra le misure previste dal nuovo welfare dei lavoratori dello spettacolo che ridisegna le tutele dei lavoratori tenendo conto delle specificità di un settore in cui il rapporto di lavoro è strutturalmente discontinuo per il carattere oggettivo della prestazione e non per scelta datoriale o del lavoratore stesso. Nell’iter parlamentare e nel ddl collegato spettacolo al Senato saranno incrementate le risorse del fondo e saranno definiti i criteri e le modalità di erogazione del SET.

Incentivi per artigiani e botteghe storiche nei borghi, commi 353-356

Meno tasse per le attività commerciali nei comuni con una popolazione inferiore ai 500 abitanti. Per favorire lo sviluppo turistico e contrastare la desertificazione commerciale e l’abbandono dei territori, i commercianti al dettaglio e gli artigiani che iniziano, proseguono o trasferiscono la propria attività in un comune con popolazione fino a 500 abitanti delle aree interne, possono beneficiare, per gli anni 2022 e 2023, dell’esenzione dall’imposta municipale propria per gli immobili siti nei predetti Comuni. Per le medesime finalità lo Stato, le Regioni, le Province autonome e gli Enti locali possono concedere in comodato beni immobili di loro proprietà, non utilizzati per fini istituzionali, ai commercianti e agli artigiani.

Bonus diciottenni (18App), commi 357-358

Viene stabilizzato e reso permanente 18App, il bonus cultura da 500 euro per i neo diciottenni da spendere in cinema, musica e concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro, di lingua straniera, prodotti dell’editoria audiovisiva, abbonamenti a quotidiani anche in formato digitale.

Fondazioni lirico sinfoniche, commi 359-363

Viene istituito un nuovo fondo per il risanamento delle fondazioni lirico sinfoniche con una dotazione di 100 milioni di euro per l’anno 2022 e 50 milioni di euro per il 2023.

Conservazione del patrimonio archivistico, commi 364-365

Al fine di assicurare la conservazione e la fruizione del patrimonio archivistico, è autorizzata la spesa di 100 milioni di euro fino al 2025 (25 per il 2022, 45 per il 2023, 20 per il 2024 e 10 per il 2025) per l’acquisto di immobili destinati agli Archivi di Stato e per la realizzazione di interventi di adeguamento antincendio e sismico degli istituti archivistici. A decorrere dall’anno 2022 è inoltre autorizzata la spesa di 5 milioni di euro annui per la locazione di immobili destinati agli stessi istituti.

Fondo unico per il turismo di parte corrente, commi 366-367

Al fine di razionalizzare gli interventi finalizzati all’attrattività e alla promozione turistica nel territorio nazionale, sostenendo gli operatori del settore nel percorso di attenuazione degli effetti della crisi e per il rilancio produttivo ed occupazionale in sinergia con le misure previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, nello stato di previsione del Ministero del turismo è istituito un fondo da ripartire denominato “Fondo unico nazionale per il turismo di parte corrente”, con una dotazione pari a 120 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023 e a 40 milioni di euro per l’anno 2024. Le risorse del fondo sono destinate all’adozione di misure di salvaguardia per gli operatori economici del settore in grado di valorizzare le potenzialità del comparto di fronte agli effetti di crisi sistemiche o settoriali, concentrando le misure in favore degli operatori per i quali permangono condizioni che limitano l’ordinaria possibilità di svolgimento delle attività produttive e lavorative, e alla promozione di politiche di sviluppo del turismo in grado di produrre positive ricadute economiche e sociali sui territori interessati e per le categorie produttive e sociali coinvolte.

Fondo unico per il turismo di conto capitale, commi 368-370

Per la realizzazione di investimenti finalizzati ad incrementare l’attrattività turistica del Paese, anche in relazione all’organizzazione di manifestazioni ed eventi, compresi quelli sportivi, connotati da spiccato rilievo turistico, garantendo positive ricadute sociali, economiche ed occupazionali sui territori e per le categorie interessate, nello stato di previsione del Ministero del turismo è istituito un fondo da ripartire denominato “Fondo unico nazionale per il turismo di conto capitale”, con una dotazione pari a 50 milioni di euro per l’anno 2022, 100 milioni di euro per l’anno 2023 e 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025.

Sostegno all’editoria, commi 375-378

È istituito presso il Ministero dell’economia e delle finanze, per il successivo trasferimento al bilancio autonomo della Presidenza del Consiglio dei ministri, il “Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all’editoria”, con una dotazione pari a 90 milioni di euro per l’anno 2022 e a 140 milioni di euro per l’anno 2023. Il Fondo è destinato a incentivare gli investimenti delle imprese editoriali, anche di nuova costituzione, orientati all’innovazione tecnologica e alla transizione digitale, all’ingresso di giovani professionisti qualificati nel campo dei nuovi media, nonché a sostenere le ristrutturazioni aziendali e gli ammortizzatori sociali e a sostegno della domanda di informazione.

Sostegno alla ceramica, comma 701

Al fine di promuovere la tutela e la conservazione delle caratteristiche tecniche e produttive delle produzioni ceramiche, è disposto il rifinanziamento della legge 9 luglio 1990, n. 188, nel limite di spesa di 5 milioni di euro per l’anno 2022, finalizzato all’elaborazione e alla realizzazione di progetti destinati al sostegno e alla valorizzazione dell’attività nel settore della ceramica artistica e tradizionale e della ceramica di qualità.

Sostegno al vetro di Murano, comma 702

Al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dalla diffusione del contagio da COVID-19 e dagli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale, nonché di scongiurare il fermo produttivo delle fornaci e, al contempo, tutelare un marchio di eccellenza nel mondo, è istituito nello stato di previsione del Ministero dello sviluppo economico un fondo con una dotazione di 5 milioni di euro per l’anno 2022, da destinare alle imprese operanti nel settore della ceramica artistica e del vetro artistico di Murano.

Promozione della lingua italiana all’estero, comma 771

Al fine di rafforzare gli interessi italiani all’estero è autorizzata la spesa di 0,6 milioni di euro per l’anno 2022 per la promozione della lingua e cultura italiana all’estero, con particolare riferimento al sostegno degli enti gestori di corsi di lingua e cultura italiana all’estero.

Bergamo e Brescia capitali italiane della cultura 2023, commi 779 e 907

Per il finanziamento dei progetti presentati dalle città di Bergamo e Brescia, designate capitali italiane della cultura per il 2023, è autorizzata la spesa di 1 milione di euro per l’anno 2022 da ripartire in parti uguali per le due città. Inoltre, allo scopo di finanziare le iniziative finalizzate a incrementare la fruizione del patrimonio culturale, materiale e immateriale della Capitale italiana della cultura, è autorizzata la spesa per l’anno 2022 di 0,5 milioni di euro, destinata alle città di Bergamo e Brescia quali Capitali italiane della cultura.

Fondo per la tutela degli archi romani

Al fine di assicurare e promuovere la valorizzazione del territorio, nel rispetto delle relative peculiarità identitarie e culturali, anche attraverso l’offerta di cammini e itinerari storici e la riscoperta di aree archeologiche dimenticate, garantendo la continuità nella fruizione per i visitatori, nello stato di previsione del Ministero della cultura è istituito il Fondo per la tutela e la valorizzazione degli archi romani antichi in Italia, con una dotazione pari a euro 400.000 per l’anno 2022.

Istituto dell’Enciclopedia Italiana, comma 783

Al fine di valorizzare le attività di missione pubblica dell’Istituto dell’Enciclopedia italiana, in particolare per l’aggior- namento della base dati della Biografia nazionale e dell’Osservatorio della lingua italiana, anche attraverso la fruizione digitale dell’opera, è stanziato un contributo pari a 1 milione di euro per l’anno 2022.

Centenario della morte di Giacomo Matteotti, comma 785

Ai fini della celebrazione della figura di Giacomo Matteotti, nella ricorrenza dei cento anni dalla sua morte, allo scopo di promuovere e valorizzare la conoscenza e lo studio della sua opera e del suo pensiero in ambito nazionale e internazionale, anche raccogliendone, conservandone, restaurandone e digitalizzandone la documentazione relativa, è autorizzata la spesa di 400.000 euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023.

Centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini, comma 786

Ai fini della celebrazione della figura di Pier Paolo Pasolini, nella ricorrenza dei cento anni dalla sua nascita, per promuoverne e valorizzarne la conoscenza in ambito nazionale e internazionale, è autorizzata la spesa di 400.000 euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023.

Centenario della nascita di Enrico Berlinguer, comma 787

Ai fini della celebrazione della figura di Enrico Berlinguer, nella ricorrenza dei cento anni dalla sua nascita, per promuoverne e valorizzarne la conoscenza in ambito nazionale e internazionale, è autorizzata la spesa di 400.000 euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023.

Centenario della morte di Giacomo Puccini, comma 792

Per la celebrazione del centenario della morte di Giacomo Puccini nell’anno 2024, è autorizzata la spesa di 1,5 milioni di euro per l’anno 2022 e di 8 milioni di euro per l’anno 2023 per il finanziamento degli interventi di promozione, ricerca, salvaguardia e diffusione della conoscenza della vita, dell’opera e dei luoghi legati alla figura di Giacomo Puccini. Il comma 793 istituisce il Comitato promotore delle celebrazioni pucciniane.

Carnevali storici, comma 797

È incrementato di 1 milione di euro per l’anno 2022 il fondo unico per lo spettacolo con la specifica finalità di tutelare e valorizzare la funzione svolta dai carnevali storici, che abbiano una riconoscibile identità storica e culturale, per la conservazione e la trasmissione delle tradizioni storiche e popolari in relazione alla promozione dei territori.

Cinquecentenario della morte del Perugino, commi 804-806

La Repubblica, nell’ambito delle funzioni di promozione dello sviluppo della cultura e della ricerca scientifica nonché di salvaguardia e valorizzazione della tradizione culturale italiana e del patrimonio artistico e storico della nazione, a essa attribuite dalla Costituzione, celebra il pittore Pietro Vannucci detto “Il Perugino” nella ricorrenza del quinto centenario dalla sua morte. Per la celebrazione è autorizzata la spesa di 1 milione di euro per l’anno 2022. Viene istituito anche un Comitato promotore delle celebrazioni legate alla figura del Perugino.

Sostegno alla Fondazione Franco Zeffirelli, comma 903

Al fine di mettere a disposizione del pubblico e degli studiosi il patrimonio artistico e culturale di Franco Zeffirelli, risultato di quasi settant’anni di carriera e dichiarato di particolare interesse storico da parte del Ministero per i beni e le attività culturali ai sensi codice di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in data 29 gennaio 2009, è autorizzata la spesa di 200.000 euro per l’anno 2022 a favore della Fondazione privata senza fini di lucro “Franco Zeffirelli onlus”, istituita nel 2015.

Sostegno alla Versiliana, comma 907

Al fine di sostenere e valorizzare l’attività culturale gravemente penalizzata dal COVID-19 è autorizzata per l’anno 2022 la spesa di euro 300.000 a favore della Fondazione la Versiliana di Pietrasanta.

Beni culturali della provincia di Como, comma 1007

Al fine di sostenere lo sviluppo dei beni culturali della provincia di Como, sono disposte le seguenti previsioni: a) nello stato di previsione del Ministero della cultura è istituito un fondo, denominato “Fondo per l’istituzione del Museo nazionale dell’astrattismo storico e del razionalismo architettonico di Como”, con una dotazione di 1 milione di euro per l’anno 2022, volto a istituire il Museo nazionale dell’astrattismo storico e del razionalismo architettonico, mediante la realizzazione e l’adattamento della sede del Museo a Palazzo Terragni; b) è autorizzata una spesa di euro 200.000 per l’anno 2022, per la valorizzazione del complesso monumentale ai caduti della Prima guerra mondiale, sito nel comune di Erba; c) è autorizzata una spesa di euro 400.000 per l’anno 2022, per il ripristino e la valorizzazione del patrimonio edilizio di Villa Candiani di Erba, e di euro 400.000 per l’anno 2022, destinata all’istituzione, presso la medesima Villa Candiani di Erba, del Museo interattivo della scenografia, costituito da un percorso multisensoriale e scenografico del percorso opere, disegni e modelli dello scenografo Ezio Frigerio; d) è autorizzata una spesa di 500.000 euro a decorrere dal 2022 a favore del Corpo della guardia di finanza, per far fronte agli oneri logistici correlati al cambio di sede dei propri Comandi.

Legge di bilancio 2022, ecco tutte le misure per la cultura
Legge di bilancio 2022, ecco tutte le misure per la cultura


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE