Finestre sull'Arte - Ottava puntata (speciale)

Bartolomeo Ammannati

Bartolomeo Ammannati (speciale)


Le fontane in marmo e in bronzo



Puntata 8 - 30 maggio 2011
Durata: 30'11"



Clicca qui per il download diretto


L'ottava puntata è uno speciale dedicato a Bartolomeo Ammannati e alla mostra "L'acqua, la pietra, il fuoco: Bartolomeo Ammannati scultore" che si tiene a Firenze, al Museo Nazionale del Bargello, fino al 18 settembre. Il 2011 è il cinquecentenario della nascita di Bartolomeo Ammannati, uno dei più importanti scultori manieristi: fu dapprima allievo di Baccio Bandinelli, quindi diventò grande amico di Giovanni Angelo Montorsoli, ma il suo principale modello di riferimento era Michelangelo. Le sue sculture però non sono però mere imitazioni dei modi michelangioleschi, ma rivelano diversi spunti di originalità sui quali la mostra vuole richiamare l'attenzione. Bartolomeo Ammannati, che fu anche architetto, è ricordato in scultura soprattutto per le sue spettacolari fontane: questi e altri sono gli argomenti della puntata di oggi!

Immagine: Venere, 1558 circa; bronzo, 179 x 58 x 52 cm; Madrid, Prado.



Approfondimenti

Bartolomeo Ammannati (Settignano, 1511 - Firenze, 1592)

Biografia


1511Bartolomeo nasce a Settignano il 18 giugno da una famiglia di scalpellini.
Anni '20Compie il suo apprendistato presso le botteghe di Baccio Bandinelli e di Giovanni Angelo Montorsoli.
1536Realizza la Leda e il cigno, una delle sue prime opere note.
1538Compie, insieme a Jacopo Sansovino, un viaggio a Venezia dove lavorerà alle decorazioni della Biblioteca Marciana.
1540Inizia a lavorare alla sua prima committenza importante, il monumento funebre di Mario Nari.
1544Si trasferisce a Padova dove lavora per l'umanista Marco Mantova Benavides, tra cui il suo monumento funebre nella chiesa degli Eremitani.
1550Si trova a Roma, dove insieme a Giorgio Vasari, arrivato l'anno dopo, e al Vignola lavora a Villa Giulia fino al 1555. Nello stesso anno sposa la poetessa Laura Battiferri.
1555Cosimo I de' Medici lo chiama a Firenze su suggerimento di Giorgio Vasari e gli affida la realizzazione della Fontana di Sala Grande, iniziata nel 1556 e terminata cinque anni più tardi.
1559Cosimo I lo incarica di eseguire il gruppo Ercole e Anteo per la villa medicea di Castello.
1560In seguito alla scomparsa di Baccio Bandinelli ottiene l'incarico di realizzare la Fontana del Nettuno (dapprima affidata all'ex maestro), che oggi si può ammirare ancora in Piazza della Signoria. La costruzione terminerà nel 1575. Nello stesso anno ottiene il suo primo incarico importante come architetto, l'ingrandimento di Palazzo Pitti.
1564In occasione della scomparsa di Michelangelo, Bartolomeo esegue alcuni rilievi celebrativi sulla figura del grande genio che era stato il suo massimo ispiratore.
1567Inizia a lavorare alla realizzazione del Ponte di Santa Trinita, il suo capolavoro in architettura. L'opera verrà terminata due anni dopo.
1572Francesco I de' Medici commissiona a Bartolomeo la realizzazione della statua di Opi per decorare il suo studiolo in Palazzo Vecchio.
1577Il Consiglio degli Anziani di Lucca lo incarica di ristrutturare il Palazzo Pubblico (oggi noto come Palazzo Ducale o Palazzo della Provincia).
1579I Gesuiti di Firenze gli affidano la ricostruzione della chiesa di San Giovannino.
Anni '80È di nuovo a Roma dove svolge alcuni incarichi in veste di architetto.
1592Muore a Firenze il 13 aprile.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allievo di: Baccio Bandinelli - Giovanni Angelo Montorsoli
Guardò a: Michelangelo
Maestro di: Andrea Calamech - Bartolomeo Genga - Bartolomeo Carducci
Guardarono a lui: Giovanni Antonio Dosio
Principali mecenati e committenti: Cosimo I de' Medici, granduca di Toscana - Giulio III papa - Francesco I de' Medici

"La nota" - rubrica a cura di Ambra Grieco


Bartolomeo Ammannati a Roma - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!

Immagini


Opere in mostra citate durante la trasmissione
Opere di Bartolomeo Ammannati (link con le immagini sul sito della mostra, www.unannoadarte.it/ammannati, dove si possono trovare molte altre fotografie):

Fontana di Sala Grande: Cerere, Arno, Fonte del Parnaso, Prudenza, Firenze, Giunone, pavone dx (femmina), pavone sx (maschio) (1556-61; Firenze, Museo del Bargello)
Leda e il cigno (1536 ca.; Firenze, Museo del Bargello)
Monumento a Mario Nari: la Vittoria, Mario Nari (1540-42; Firenze, Museo del Bargello)
La Sapienza (1545; Padova, Museo di Scienze Archeologiche e d'Arte)
Ercole e Anteo (1559-60; Firenze, Villa Medicea della Petraia)
Pavone (1558-59; Firenze, Museo del Bargello)
Gallo (1558-59; Firenze, Museo del Bargello)
Genio Mediceo, bronzo (1556-60 ca.; Firenze, Palazzo Pitti)
Venere (1558 ca.; Madrid, Prado)
Opi (1572-73; Firenze, Palazzo Vecchio)
Ercole (1550-60; San Marino - California, The Huntington Art Collections)
Fontana del Nettuno: fontana, Nettuno, Doride, Teti, Nereo, Peleo (1559-75; Firenze, Piazza della Signoria)
Allegoria dell'Arno e del Tevere (1564 ca.; Londra, collezione privata)
Apoteosi di Michelangelo (1564 ca.; Londra, Collezione privata)


Opere di altri artisti (in mostra):

Baccio Bandinelli, Ercole (1530 ca.; Firenze, Museo del Bargello)

Opere di altri artisti (non in mostra):

Michelangelo, Il Giorno (1526-33; Firenze, Basilica di San Lorenzo, Sagrestia Nuova)
Michelangelo, La Notte (1526-33; Firenze, Basilica di San Lorenzo, Sagrestia Nuova)
Michelangelo, L'Aurora (1524-31; Firenze, Basilica di San Lorenzo, Sagrestia Nuova)
Michelangelo, Il Crepuscolo (1524-31; Firenze, Basilica di San Lorenzo, Sagrestia Nuova)
Anonimo, Leda e il Cigno - copia da Michelangelo (1530 ca.; Londra, National Gallery)
Arte romana, Leda e il cigno (III secolo d.C.; Napoli, Museo Archeologico Nazionale)
Giambologna, Tacchino (1567 ca.; Firenze, Museo del Bargello)
Giambologna, Aquila (1567 ca.; Firenze, Museo del Bargello)


Altre immagini:
Web Gallery of Arts.

Libri da leggere


Beatrice Paolozzi Strozzi, Dimitrios Zikos (a cura di), L'acqua, la pietra, il fuoco. Bartolomeo Ammannati scultore, catalogo della mostra (Firenze, 11 maggio - 18 settembre 2011), Giunti, 2011.
Niccolò Rosselli Del Turco, Federica Salvi, Bartolomeo Ammannati. Scultore e architetto, Alinea, 1995 (libro costoso ma in rete si può trovare con forti sconti).

Mostre e musei da visitare


- Mostra: L'acqua, la pietra, il fuoco. Bartolomeo Ammannati scultore, Firenze, Museo Nazionale del Bargello, fino al 18 settembre 2011 (sito web: www.unannoadarte.it/ammannati).
- Firenze, Museo del Bargello
- Firenze, Galleria Palatina di Palazzo Pitti
- Firenze, Piazza della Signoria
- Firenze, Palazzo Vecchio
- Firenze, Villa Medicea della Petraia
- Firenze, Villa Medicea di Castello
- Padova, Museo di Scienze Archeologiche e d'Arte
- Roma, Villa Giulia
- Madrid, Prado
- Braunschweig, Herzog Anton Ulrich Museum
- San Marino (California), The Huntington Art Collections





I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.




Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Patrimonio     Politica e beni culturali     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Quattrocento     Firenze     Riforme     Genova     Roma     Novecento    

Strumenti utili