Gela, la necropoli greca sarà museo a cielo aperto. Partiti i lavori


Partiti i lavori di musealizzazione della necropoli greca di Gela rinvenuta lo scorso anno. Open Fiber finanzierà interamente i lavori. 

Lo scorso settembre era stata scoperta a Gela, durante la posa dei cavi in fibra ottica, una necropoli greca, unica nel suo genere, riferibile ai primi coloni fondatori di Gela; al suo interno erano state rinvenute dieci sepolture riconducibili a un cimitero di bambini databile intorno al VI secolo a.C. Oltre alle tombe era stato scoperto un altare per i riti funebri e elementi di corredo funerario. 

Open Fiber si era offerta a contribuire per far diventare la necropoli di via Di Bartolo un museo a cielo aperto e ieri sono partiti i lavori di musealizzazione. Questi saranno realizzati e interamente finanziati da Open Fiber e prevedono il mantenimento sul luogo dei reperi rinvenuti, sui quali sarà posto un vetro calpestabile. Saranno inoltre previsti apparati didattici, multimediali e tradizionali, e un’illuminaziine interna ed esterna dello scavo. 

I lavori saranno guidati dalla Soprintendente di Caltanissetta Daniela Vullo in collaborazione con la Regione Siciliana e il Comune di Gela. 

“Positiva la collaborazione con Open Fiber” ha dichiarato Daniela Vullo, “che ha accolto con slancio la richiesta di finanziare e realizzare la musealizzazione della necropoli confermando di voler assolvere l’impegno assunto con i cittadini di Gela di rendere fruibile il sito. Una decisione maturata grazie anche alle numerose pressioni della cittadinanza sulla mancata visibilità in loco dei numerosi ritrovamenti archeologici”. 

“Con i lavori di musealizzazione di Gela” è intervenuto l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana Alberto Samonà, “la Sicilia si esprime, in senso letterale, come museo a cielo aperto. La necropoli di Gela, al di là dell’importanza che assume sotto il profilo storico, riveste un grande valore in quanto espressione della collaborazione pubblico privato. L’iniziativa, fortemente voluta dalla Soprintendente dei Beni culturali di Catanissetta, Daniela Vullo, realizza a pieno la volontà del governo regionale di rendere sempre più accessibile e condiviso il patrimonio culturale della Sicilia”.

Gela, la necropoli greca sarà museo a cielo aperto. Partiti i lavori
Gela, la necropoli greca sarà museo a cielo aperto. Partiti i lavori


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma