7 agosto 1420: la Cupola di Brunelleschi compie 600 anni. E festeggia con la riapertura


Il 7 agosto del 1420 a Firenze cominciavano i lavori di costruzione della Cupola di Brunelleschi. E oggi si festeggia riaprendo il monumento alle visite.

Il 7 agosto del 1420 cominciavano i lavori di costruzione della cupola del Duomo di Firenze, l’incredibile progetto di Filippo Brunelleschi (Firenze, 1377 - 1446), ancora oggi insuperato (in questo articolo la sua affascinante storia): è infatti tuttora la cupola in muratura più grande del mondo. A febbraio, l’Opera di Santa Maria del Fiore aveva previsto un grande programma di celebrazioni per festeggiare i 600 anni della Cupola: tutto però saltato a causa dell’emergenza sanitaria da coronavirus e rinviato a data da destinarsi.

I festeggiamenti, per ora, sono limitati alla riapertura: una notizia comunque importante, dal momento che per lunghi mesi non c’era stata la possibilità di visitare la Cupola, e soprattutto per il fatto che, per la prima volta, la Cupola apre con orario prolungato (sarà infatti possibile visitarla tutti i giorni dalle 8:15 alle 21:15). Già stamani si sono formate lunghe code di cittadini e turisti in attesa di salire fino agli oltre 90 metri di quota del monumento (tale è l’elevazione da terra della Cupola: la struttura in sé è invece alta 36 metri). Riapre anche la Cattedrale: ingresso gratuito per tutti dal lunedì al sabato. E in attesa che l’Opera del Duomo comunichi le nuove date degli eventi... finalmente è possibile tornare a visitare la Cupola.

7 agosto 1420: la Cupola di Brunelleschi compie 600 anni. E festeggia con la riapertura
7 agosto 1420: la Cupola di Brunelleschi compie 600 anni. E festeggia con la riapertura


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER