Phoebe Saatchi, figlia di Charles, apre una galleria col marito per sostenere i giovani


La figlia di Charles Saatchi, Phoebe, sta per aprire assieme al marito Arthur Yates una galleria a Londra: proporrà lavori di giovani artisti emergenti.

Nuova iniziativa per Saatchi, solo che questa volta non è frutto di un’idea di Charles, l’imprenditore anglo-iracheno che ha rivoluzionato il mondo delle gallerie, ma della sua figlia unica, la ventiseienne Phoebe Saatchi, che assieme al marito Arthur Yates ha deciso di aprire una galleria per sostenere i giovani artisti. La galleria si chiamerà Saatchi Yates e aprirà il 15 ottobre, in uno spazio di quasi mille metri quadri nel distretto di Mayfair a Londra (al numero 6 di Cork Street, per la precisione). Si concentrerà sugli artisti emergenti, a cui sarà dedicato tutto lo spazio al pianterreno, ma ci sarà anche un ambiente, nel piano interrato, in cui verranno esposti pezzi di grandi artisti provenienti da collezioni private, secondo quanto rivelato dalla coppia a The Art Newspaper.

Tra questi ultimi ci saranno lavori di artisti come Robert Motherwell, Anselm Kiefer e Yayoi Kusama, ma il focus della nuova galleria sarà sui nomi poco noti e sui talenti da lanciare. Non saranno molti: pochi nomi, ma ben selezionati, rivela Arthur Yates. La prima mostra sarà la personale del giovane svizzero Pascal Sender (Locarno, 1988), che per l’esposizione ha appositamente creato diciannove dipinti, con costi a partire dalle 50mila sterline l’uno. Sender, che vive e lavora a Londra, ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Düsseldorf in Germania, è allievo di Peter Doig, è alle sue prime esperienze e propone un’arte che mescola paesaggi e realtà virtuale facendo anche uso di app.

“Volevamo mantenere la narrativa tipica di Saatchi, quella di mostrare e comperare artisti giovani”, ha dichiarato Phoebe Saatchi, “ma la differenza è che vogliamo stare con loro anche sul lungo termine e far crescere le loro carriere”. “L’idea di garantire agli artisti presentazioni su vasta scala”, ha aggiunto Yates, “era molto importante, i giovani di solito non hanno l’opportunità di fare mostre come queste”.

Phoebe Saatchi e Arthur Yates sono alla prima esperienza da galleristi: finora avevano infatti collaborato con la galleria di Charles Saatchi ma non avevano mai avuto spazi propri. I due non temono l’inesperienza, né il fatto di aprire una galleria nel pieno della pandemia di Covid-19. “Non possiamo bloccare le nostre vite”, ha concluso Phoebe Saatchi. “Quello che stiamo cercando di fare con la galleria è di iniziare qualcosa che possa dare speranza e un nuovo modo di guardare le cose. Ed è bello fare qualcosa di veramente positivo dopo l’anno più strano che abbiamo mai provato”. In attesa di vedere la galleria dal vivo, è già possibile fare un giro sul suo sito web.

Nella foto: Phoebe Saatchi e Arthur Yates

Phoebe Saatchi, figlia di Charles, apre una galleria col marito per sostenere i giovani
Phoebe Saatchi, figlia di Charles, apre una galleria col marito per sostenere i giovani


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER