Nel 2023 il complesso della Pilotta ospiterà una grande mostra su Christian Boltanski


Nella primavera 2023 il Complesso monumentale della Pilotta di Parma ospiterà una grande mostra dedicata a Christian Boltanski. Lo ha annunciato l’ambasciatore di Francia in Italia Christian Masset. 

In occasione del ricevimento per la Festa nazionale francese, l’ambasciatore di Francia in Italia Christian Masset ha annunciato che il Complesso Monumentale della Pilotta di Parma ospiterà una grande mostra su Christian Boltanski (Parigi, 1944 - 2021), in collaborazione con l’ambasciata francese. L’artista, tra i grandi nomi dell’arte contemporanea, noto per aver dato forma al Museo per la Memoria di Ustica di Bologna (sua l’installazione artistica realizzata con il relitto del Dc-9 Itavia), è scomparso un anno fa, il 14 luglio 2021, e l’esposizione di Parma si preannuncia come la prima grande mostra a lui dedicata dopo la sua scomparsa.

Sarà curata da Annalisa Rimmaudo, che si occupa della conservazione delle collezioni di arte contemporanea al Centre Pompidou di Parigi, e sarà realizzata in collaborazione con l’Estate dell’artista, l’Agence Eva Albarran e la galerie Marian Goodman.

Secondo quanto annunciato sarà un percorso tra le opere che hanno segnato la sua carriera e la storia dell’arte degli ultimi cinquant’anni. Anche se sarà un difficile compito esporre in assenza della curatela dell’artista stesso, poiché negli ultimi venti anni ha fatto di ogni retrospettiva una creazione in sé.

La mostra è prevista per la primavera 2023.

Nel 2023 il complesso della Pilotta ospiterà una grande mostra su Christian Boltanski
Nel 2023 il complesso della Pilotta ospiterà una grande mostra su Christian Boltanski


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE