USA, Pace Gallery lancia azienda dedicata alla progettazione di spazi d'arte immersiva


Un’azienda tutta dedicata alla progettazione di spazi di arte immersiva ed esperienziale. Si chiama Superblue e viene lanciata dalla storica galleria americana Pace Gallery.

Si chiama Superblue l’azienda creata da una delle più importanti e storiche gallerie statunitensi, la Pace Gallery di New York: la particolarità della compagnia appena fondata dal presidente di Pace Gallery, Marc Glimcher, assieme alla ex presidente di Pace London, Mollie Dent-Brocklehurst, sta nel fatto che si occuperà esclusivamente di progettazione di spazi dedicati all’arte immersiva ed esperienziale. I centri d’arte esperienziale di Superblue, si legge in una nota, “consentiranno la presentazione di lavori su larga scala e interattivi, che offriranno ai visitatori opportunità senza precedenti per essere trasportati in tanti nuovi mondi”.

Superblue, fa sapere Pace Gallery, nasce sulla scia dell’interesse del pubblico nei confronti dell’arte esperienziale e della necessità, da parte degli artisti, di lavorare al di là delle esperienze basate sugli oggetti. Sono già state annunciate opere di alcuni dei pionieri dell’arte esperienziale: Superblue lavorerà dunque con nomi come Nick Cave, Mary Corse, Es Devlin, DRIFT, Simon Heijdens, Jeppe Hein, Studio INI, JR, Koo Jeong A, Rafael Lozano-Hemmer, Kohei Nawa, Carsten Nicolai, Risa Puno, Random International, Michal Rovner, Jacolby Satterwhite, Jakob Kudsk Steensen, Studio Swine, teamLab, James Turrell, Leo Villareal.

“Gli artisti”, ha detto Marc Glimcher, “evocano universi straordinari che fanno scaturire nuove idee su noi stessi e ci fanno reimmaginare la nostra relazione con gli altri e col mondo. Superblue rappresenta un’evoluzione necessaria e una rottura dell’ecosistema delle arti, e fornirà agli artisti le risorse di cui necessitano per realizzare le loro idee più ambiziose e per coinvolgere il pubblico nei modi che hanno immaginato, una cosa che fa parte dell’opera stessa”.

La nuova azienda sarà completamente separata da Pace e avrà una sua propria governance, ma raccoglie l’esperienza della galleria in fatto di arte esperienziale: Pace, infatti, ha lavorato a lungo con artisti che propongono questo tipo di lavori, e l’idea è dunque di puntare su queste forme d’arte, supportando gli artisti con l’obiettivo di coinvolgere un pubblico sempre più ampio.

Nell’immagine: teamLab, Universe of Water Particles in the Tank, Transcending Boundaries (2019, installazione d’arte digitale)

USA, Pace Gallery lancia azienda dedicata alla progettazione di spazi d'arte immersiva
USA, Pace Gallery lancia azienda dedicata alla progettazione di spazi d'arte immersiva


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER