Roma, performance artistica farà volare aquiloni in carta giapponese su Villa Torlonia


Sabato 26 giugno 2021 si terrà a Roma una performance artistica di Anna Onesti che farà librare in volo, nel cielo del Parco di Villa Torlonia, aquiloni realizzati in carta giapponese.

Aquiloni in carta giapponese voleranno nel cielo di Villa Torlonia a Roma il prossimo 26 giugno: si tratta di una performance dell’artista Anna Onesti (Rocca di Papa, 1956), che ha realizzato gli aquiloni su carta giapponese, nell’ambito della sua personale Un mondo fluttuante. Opere su carta di Anna Onesti, ospitata nella Dipendenza della Casina delle Civette, ai Musei di Villa Torlonia. In mostra sono presenti otto arazzi e otto aquiloni in carta giapponese, frutto del recente lavoro dell’artista. La performance, intitolata Nuvole di carta, si svolgerà sabato 26 giugno e prevede il volo degli aquiloni nel parco della Villa. L’evento pensato dall’artista Anna Onesti e coordinato da Annapaola Agati, responsabile di Villa Torlonia, prevede il contributo fondamentale del gruppo di aquilonisti Greko Kite Roma (gruppo fondato nel 2000, che nasce dalla passione di Claudio Del Greco per la fotografia aerea e che si ritrova nei fine settimana per far volare gli aquiloni: da anni inoltre costruiscono aquiloni, si sono specializzati nella fotografia aerea e partecipano a tutte le manifestazioni di aquilonisti che si svolgono sul territorio nazionale), che faranno alzare in volo gli aquiloni a partire dalle ore 10:30.

Villa Torlonia, con i suoi percorsi liberi e sinuosi, ricchi di essenze arboree, è testimone delle diverse impostazioni conferite agli spazi dagli architetti paesaggisti che in periodi successivi vi hanno lavorato ed è stata individuata come sede ideale della mostra e della performance in quanto, con la sua ariosa libertà, ben si presta a decorare il cielo con le opere volanti realizzate da Anna Onesti, Claudio Del Greco, Ettore Carta e Virginia Lorenzetti. Il percorso si svolgerà dall’esterno della recinzione della Casina delle Civette al Campo da Tornei.

La mostra Un mondo fluttuante. Opere su carta di Anna Onesti è visitabile fino a domenica 27 giugno. È promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con il patrocinio della Fondazione Italia Giappone, ed è a cura di Alessia Ferraro e Maria Grazia Massafra. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura. L’ingresso è gratuito per i possessori della MIC Card. Anna Onesti è un’artista che ha collaborato con importanti istituzioni internazionali impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale. I suoi lavori sono realizzati su carta washi, “carta giapponese”, utilizzando tecniche decorative ispirate alla tintura tradizionale dei tessuti.

La storia della carta in Giappone affonda le sue radici in epoche lontane grazie ai contatti con la Cina tramite la Corea e grazie all’avvento del Buddhismo, introdotto ufficialmente nel 552. Il termine washi indica varie tipologie di carta che si differenziano per tecniche esecutive e per tipo di fibre utilizzate. La carta di produzione artigianale conserva ancora oggi in Oriente una tradizione manifatturiera straordinariamente viva, così come l’impiego dei colori naturali che oggi sono tornati a essere prodotti anche sui nostri territori. Questi materiali, con le loro particolarità e le loro polivalenze, hanno tutte le caratteristiche per adattarsi a un mondo tecnologico molto diverso da quello delle loro origini. La mostra, dunque, vuole riflettere anche su queste materie preziose e uniche il cui sviluppo dipende molto dalla qualità dell’ambiente e dal suo giusto equilibrio ecologico. Un’opera, quella di Anna Onesti, che, partendo da un’estrema aderenza ai materiali utilizzati, cerca di affermare un’esperienza sensoriale del sentire ottico e fisico del tutto originale, grazie anche all’uso di una manualità che sembra sfociare in una ritualità senza tempo. L’arte di Anna Onesti è caratterizzata dall’incrocio tra conservazione e riflessione teorica, nel nome di un “fare” delicato e consapevole legato alla manualità del restauro di carta e di un deciso “pensare” all’arte come evocazione di sentimenti.

Nella foto, uno degli aquiloni di Anna Onesti alla Casina delle Civette.

Roma, performance artistica farà volare aquiloni in carta giapponese su Villa Torlonia
Roma, performance artistica farà volare aquiloni in carta giapponese su Villa Torlonia


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma