Le sculture di fumo di Judy Chicago per la prima volta in realtà aumentata


Per la prima volta le famose sculture di fumo dell’artista americana Judy Chicago sono in realtà aumentata.

L’artista americana Judy Chicago ha presentato la sua prima opera d’arte virtuale Rainbow AR: in linea con la sua famosa serie Atmosphere, che l’artista realizza dal 1968, Chicago invita il pubblico di tutto il mondo ad ammirare virtualmente le sue nuove Smoke Sculptures, sculture di fumo in realtà aumentata. Il nuovo progetto è stato realizzato in collaborazione con la fondazione berlinese LAS - Light Art Space

Le sue sculture di fumo colorato intendono trasformare e addolcire il paesaggio e ora, attraverso la realtà aumentata, tutti possono, in qualunque luogo si trovino, catapultarsi in queste nuvole... artistiche. “In questo momento di incertezza in cui le persone sono obbligate a stare entro certi limiti e il loro rapporto con lo spazio pubblico sta cambiando, mi sembrava importante offrire l’opportunità di inondare i nostri ambienti di luce, arte e bellezza per ispirare speranza e, attraverso una metafora visiva, suggerire la possibilità di un cambiamento positivo” ha dichiarato l’artista. 

Chicago offre l’esperienza unica di interagire con il fumo, stimolando lo spettatore, e per questo ha curato ogni minimo dettaglio, dalle scenografie ai colori, alle sequenze. Il tutto è accompagnato da una traccia polifonica, composta in collaborazione con il sound designer Colin Bailey.

Per vivere l’esperienza delle sculture di fumo di Judy Chicago, è necessario scaricare da qui l’apposita applicazione. 

Nell’immagine: Judy Chicago, Atmosphere (1969) Ph.Credit Judy Chicago  

Le sculture di fumo di Judy Chicago per la prima volta in realtà aumentata
Le sculture di fumo di Judy Chicago per la prima volta in realtà aumentata


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER