Olanda, artista lascia al buio un'intera città per farle vedere le stelle


Si intitola “Seeing Stars” ed è l’originale performance che Daan Roosegaarde, con l’Unesco, ha messo in atto a Franeker il 14 dicembre: l’artista olandese ha lasciato al buio l’intera città per farle vedere le stelle.

“Tutti dovrebbero avere il diritto di vedere le stelle”. Parte da questo presupposto la performance che l’artista olandese Daan Roosegaarde (Nieuwkoop, 1979), fondatore dello Studio Roosegaarde specializzato in progetti che fondono tecnologia e arte nelle città, ha messo in atto lo scorso 14 dicembre nella città di Franeker, borgo storico della Frisia, nel nord dei Paesi Bassi. Intitolata Seeing Stars e realizzata in collaborazione col comitato olandese dell’Unesco, la performance ha lasciato per una notte al buio la cittadina di tredicimila abitanti per consentire ai suoi abitanti di vedere le stelle. L’idea, ha spiegato Roosegaarde, era quella di creare un senso di connessione tra la città e le stelle, “un qualcosa che ci è mancato durante la pandemia di Covid-19”.

La performance si è svolta con lo spegnimento controllato di tutte le luci della città e dell’illuminazione non essenziale. Rimuovendo questo inquinamento luminoso su scala urbana, Seeing Stars ha consentito a tutti di riconnettersi con l’universo e di rivivere la magia della luce delle stelle. La performance è infatti partita dal presupposto che più dell’80% della popolazione mondiale vive sotto cieli inquinati dalla luce artificiale, una barriera che ci impedisce di ammirare la bellezza dell’universo. L’obiettivo di Seeing Stars era dunque creare un senso di connessione, non solo con la nostra comunità, ma anche con il nostro pianeta. E adesso l’intento di Roosegaarde è quello di portare il progetto in altre città: sono stati fatti i nomi di Leida, Sydney, Venezia, Stoccolma e Reykjavik.

“Guardare le stelle”, ha detto Kathleen Ferrier, presidente del comitato olandese dell’Unesco, “ti fa sentire connesso agli altri, perché siamo tutti parte dell’immenso cosmo. Questa è l’eredità comune e universale per cui mi sforzo. E Seeing Stars è un importante passo avanti”.

“Ognuno sta nella propria piccola bolla, disconnesso dal prossimo”, ha sottolineato Daan Roosegaarde. “Mi sono reso conto che ogni notte c’è in realtà un’incredibile performance di luce nascosta in alto nel nostro cielo. Seeing Stars riporta le stelle nella tua strada. Le stelle sono solo a... un interruttore di distanza”.

“Sono orgogliosa di aver spento tutte le luci della nostra città, di vedere le stelle e di sentirmi in contatto con gli altri”, ha dichiarato Marga Waanders, sindaco di Franeker.

Olanda, artista lascia al buio un'intera città per farle vedere le stelle
Olanda, artista lascia al buio un'intera città per farle vedere le stelle


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Napoli, dopo 50 anni riapre la chiesa di San Gennaro a Capodimonte, ridecorata da Calatrava
Napoli, dopo 50 anni riapre la chiesa di San Gennaro a Capodimonte, ridecorata da Calatrava
Disponibile da oggi la guida gratis ai luoghi dell'arte contemporanea in Toscana
Disponibile da oggi la guida gratis ai luoghi dell'arte contemporanea in Toscana
Torino torna a rivedere, nella sua nuova sede, la Totalità, capolavoro di Costas Varotsos
Torino torna a rivedere, nella sua nuova sede, la Totalità, capolavoro di Costas Varotsos
A Bari un intero quartiere diventa un museo a cielo aperto coi murales degli street artist
A Bari un intero quartiere diventa un museo a cielo aperto coi murales degli street artist
Art Rights Prize: i premi e la giuria del primo premio digitale rivolto agli artisti
Art Rights Prize: i premi e la giuria del primo premio digitale rivolto agli artisti
Un uomo volante nei cieli del Trentino: l'installazione di Cédric Le Borgne per Sky Museum
Un uomo volante nei cieli del Trentino: l'installazione di Cédric Le Borgne per Sky Museum