Piccoli Brunelleschi hanno realizzato 370 Cupole fantastiche per i 600 anni del capolavoro architettonico


Centinaia di bambini e ragazzi si sono cimentati nella stessa impresa di Brunelleschi, inventando la propria Cupola fantastica.

La costruzione della Cupola di Santa Maria del Fiore di Firenze prese il via nel 1420 su progetto di Filippo Brunelleschi. Oggi, dopo seicento anni, centinaia di bambini e ragazzi si sono cimentati nella stessa impresa, inventando la propria Cupola fantastica. Un’iniziativa che è stata lanciata dalla Fondazione Architetti Firenze con il patrocinio del Comune di Firenze e la partecipazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore: i partecipanti hanno dato vita, come dei moderni Brunelleschi, alla propria Cupola del Duomo, proprio in occasione del seicentesimo anniversario dell’inizio dei lavori.

Sono state realizzate in totale circa 370 cupole, utilizzando le tecniche e i materiali più disparati, e sono giunte da diverse città d’Italia e dall’estero; disegni, collage, cupole in 3D, composizioni con fiori freschi e c’è chi addirittura ha inventato un videogioco o una lampada.

Le opere sono state valutate da una giuria composta da Cecilia Del Re, assessore all’urbanistica del Comune di Firenze; Sara Funaro, assessore all’educazione del Comune di Firenze; Duilio Senesi, presidente dell’Ordine degli Architetti di Firenze; Colomba Pecchioli, presidente della Fondazione Architetti Firenze; Andrea Orani, illustratore; Veronique Dalschaert, artista; e Vincenzo Vaccaro, consigliere dell’Opera di Santa Maria del Fiore, con il coordinamento di Roberto Malfatti, architetto e illustratore del gruppo di lavoro “Architetture Fantastiche”.

Il primo premio è stato vinto da Alice, 12 anni di Firenze, “per aver saputo interpretare simbolicamente il ruolo dell’Architettura nel suo rapporto con la natura e l’ambiente, esprimendo un messaggio di speranza”, mentre al secondo posto si sono classificati a pari merito cinque lavori: Maria Sofia (4 anni, Arezzo), Aurora (13 anni, Firenze), Sofia (5 anni, Campi Bisenzio), Lucy (5 anni, Firenze) e Filippo (12 anni, Volterra). Otto disegni hanno invece ottenuto una menzione d’onore: Lorenzo (8 anni, Pistoia), Matteo (7 anni, Firenze), Cora (12 anni, Firenze), Nina (9 anni, Firenze), Ginevra, Vittoria ed Edoardo (8, 5 e 3 anni, Scandicci), Pietro (8 anni, Firenze), Aurora (10 anni, Firenze) e Giulia (13 anni, Zimbabwe). Infine, Marta, 13 anni di Signa, si è aggiudicata la menzione d’onore del Gruppo Architetture Fantastiche. 

I vincitori avranno in premio ingressi per la Cupola del Duomo e per il museo di Palazzo Vecchio, libri sull’opera di Brunelleschi e zainetti con matite, pennarelli, tempere e altro materiale per continuare la passione per il disegno.

Sul blog dedicato all’iniziativa (https://architetturefantastiche.blogspot.com), sono visibili tutti i lavori inviati dai piccoli artisti. 

“Vogliamo ringraziare il gruppo Architetture Fantastiche, che con il suo lavoro e il suo entusiasmo ha reso possibile questa operazione, e fare i complimenti più sinceri ai bambini e ragazzi che hanno partecipato al contest, molti più di quanti potessimo aspettarci: in realtà hanno vinto tutti, ognuno ha saputo dare il proprio tocco personale alla Cupola, mostrando una fantasia e una partecipazione che non finiscono mai di stupirci” hanno commentato Colomba Pecchioli e Duilio Senesi, presidenti di Fondazione e Ordine Architetti Firenze. “Questa iniziativa rientrava tra le attività che portiamo avanti per la diffusione della cultura architettonica sia per gli adulti che per i più piccoli, che non abbiamo voluto interrompere neanche nel difficile periodo che tutti, a partire dai bambini, ci siamo trovati a vivere: è stato anzi un modo per stare vicini alle famiglie, dando ai più piccoli l’occasione di trascorrere qualche ora all’insegna della creatività”.

“È stata una bellissima esperienza poter partecipare, insieme a Ordine degli Architetti di Firenze e Fondazione, alla giuria di un concorso che celebra non solo la cupola, ma anche i nostri bambini più piccoli. Guardare i loro disegni e pensare che sono stati realizzati come momento di svago durante il lockdown è stato davvero emozionante: la creatività ha impegnato una parte del loro tempo, anche per abbracciare un simbolo della nostra città. Ringraziamo l’Ordine degli Architetti per questo progetto che, già inserito nelle Chiavi della città, è stato molto utile in questo momento difficile” hanno aggiunto gli assessori Cecilia Del Re e Sara Funaro.

Nell’immagine, la Cupola del Duomo di Firenze. Courtesy Opera di Santa Maria del Fiore

 

Piccoli Brunelleschi hanno realizzato 370 Cupole fantastiche per i 600 anni del capolavoro architettonico
Piccoli Brunelleschi hanno realizzato 370 Cupole fantastiche per i 600 anni del capolavoro architettonico


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER