Pluripremiato designer crea set d'arredamento da salotto ispirato alla Torre di Pisa


Dalla torre pendente di Pisa nasce un set d’arredamento: l’oggetto di design di Yongwook Seong. 

Avevate mai pensato di poter sorseggiare un buon tè su ... una Torre di Pisa scomposta? Il designer Yongwook Seong ha creato un set di mobili impilabili ispirato alla celebre torre pendente di Piazza dei Miracoli. La torre, che raggiunge un’altezza complessiva di quasi tre metri, si può scomporre in sei pezzi: due tavolini (uno più grande e uno più piccolo) e quattro sedie imbottite con velluto. Il set, a cui è stato dato il nome di Pisa, è adattabile a tutti gli ambienti, poiché può essere scomposto e ricomposto con facilità a seconda delle occasioni e degli spazi. Per ragioni di sicurezza, la “torre pendente” è stata realizzata con una pendenza di 0 gradi. 

Uno dei più famosi e visitati monumenti di tutto il mondo, che costituisce il campanile della cattedrale pisana di Santa Maria Assunta e la cui pendenza è causata da un cedimento del terreno sottostante (l’inclinazione è di 3,9° rispetto all’asse verticale), è stato dunque trasformato in un originale oggetto di design grazie alla creatività del suo pluripremiato ideatore. 

Courtesy Yongwook Seong

Pluripremiato designer crea set d'arredamento da salotto ispirato alla Torre di Pisa
Pluripremiato designer crea set d'arredamento da salotto ispirato alla Torre di Pisa


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Un ciclo di podcast per scoprire le Fiandre di Jan van Eyck
Un ciclo di podcast per scoprire le Fiandre di Jan van Eyck
 Zehra Doğan dona a Brescia una sua opera dedicata alla resistenza della città
Zehra Doğan dona a Brescia una sua opera dedicata alla resistenza della città
A San Gimignano via al restauro degli affreschi di Benozzo Gozzoli
A San Gimignano via al restauro degli affreschi di Benozzo Gozzoli
Carlo Pepi: “sono falsi i due presunti Modigliani esposti a Palermo”
Carlo Pepi: “sono falsi i due presunti Modigliani esposti a Palermo”
Firenze, una nuova illuminazione per la Cappella dei Magi con gli affreschi di Benozzo Gozzoli
Firenze, una nuova illuminazione per la Cappella dei Magi con gli affreschi di Benozzo Gozzoli
Parma, eccezionale scoperta: ritrovati gli affreschi quattrocenteschi di San Francesco del Prato
Parma, eccezionale scoperta: ritrovati gli affreschi quattrocenteschi di San Francesco del Prato