Un monumento di Edoardo Tresoldi in rete metallica, questa volta a Singapore


Edoardo Tresoldi arriva a Singapore dove espone ’Cube Temple’, un grande tempio realizzato in rete metallica.

Dopo aver stupito Italia ed Europa con i suoi monumenti in rete metallica, il giovane scultore Edoardo Tresoldi (Cambiago, 1987) è ora protagonista a Singapore dal 13 al 16 settembre 2018, in occasione del Gran Premio di Formula 1, con il suo Cube Temple, esposto presso la sede di Cargo 39. L’evento in cui il grande tempio di metallo sarà esposto s’intitola Cube Temple. An ethereal creation of wire mesh in Singapore, è a cura di Nadia Stefanel ed è promosso da DZ Engineering, società che ha realizzato gli impianti di illuminazione del circuito di Marina Bay e di diversi edifici storici di Singapore. Il Cube Temple è un tempio in rete metallica che crea uno spazio dinamico e iridescente, in cui diventa possibile sperimentare una dimensione eterea, mentre la luce favorisce un’interpretazione dell’opera soggetta a diversi stati d’animo.

Roberto Grilli, general manager di DZ Engineering, dichiara: “abbiamo conosciuto Edoardo nel 2016, illuminando il suo primo capolavoro: la Basilica paleocristiana di Siponto. Siamo orgogliosi di portare questa eccellenza italiana a Singapore, con un’installazione di grande importanza artistica e culturale”.

L’esposizione è realizzata in collaborazione con Ambasciata d’Italia a Singapore, ICCS e Regione Emilia-Romagna, e sarà aperta al pubblico con orario 10.00-22.00.

Un monumento di Edoardo Tresoldi in rete metallica, questa volta a Singapore
Un monumento di Edoardo Tresoldi in rete metallica, questa volta a Singapore


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER