Van Gogh come una pop star: se ne va in tour mondiale nei centri commerciali


Nuovi modi per far conoscere il genio di van Gogh: il Van Gogh Museum di Amsterdam ha pensato un tour mondiale del grande artista.

Nel 2017 il Rijksmuseum di Amsterdam aveva portato alcune opere del Seicento olandese all’aeroporto di Schiphol. Quest’anno, il Van Gogh Museum non ha voluto essere da meno e ha voluto anch’esso cercare un luogo insolito dove portare il genio di Vincent van Gogh, che a breve partirà per un tour nei... centri commerciali. Con una differenza: nell’aeroporto ci finirono le opere vere, mentre nei centri commerciali andranno riproduzioni ad alta fedeltà. Si tratta dell’iniziativa Van Gogh Museum Editions Pop-up Tour, che si pone l’obiettivo dichiarato di “esplorare nuovi modi per condividere i capolavori di Vincent con un pubblico globale”.

La domanda che il Van Gogh Museum si è posto è: come fare in modo che le collezioni del museo possano essere disponibili ovunque, senza però mettere a repentaglio la collezione, dal momento che diversi capolavori sono così delicati che muoverli sarebbe un pericolosissimo azzardo, ma tenendo comunque conto che non tutti possono recarsi ad Amsterdam? La risposta è, appunto, Pop-up tour, che mostrerà ai visitatori riproduzioni di elevatissima qualità, tridimensionali (la pittura di van Gogh è infatti densa e materica e non la si può appiattire sulle due dimensioni), a grandezza naturale: “un omaggio esclusivo al genio di van Gogh e al suo originale, unico approccio all’arte”, spiegano al museo.

Dunque, come una vera pop star, il genio di van Gogh è partito per un tour mondiale che ha avuto la sua prima tappa a Filadelfia (si concluderà il 14 ottobre) e toccherà poi Short Hills, Houston, Boston, Hartford, Denver e Los Angeles. Iniziativa del tutto nuova? Non proprio: in Italia, dove non ci facciamo mai mancare operazioni del genere, i dipinti di van Gogh sono già entrati in un centro commerciale: è successo quest’estate alla Spezia, al centro commerciale “Le Terrazze”, dove si è tenuta la mostra Van Gogh Shadow, un’esposizione di riproduzioni animate di dipinti del grande artista olandese. Modi per far conoscere l’arte a tutti, o ennesime trovate commerciali che banalizzano la storia dell’arte? Ai lettori le risposte...

Nell’immagine: Willem van Gogh, pronipote di Theo van Gogh (fratello di Vincent), illustra una delle riproduzioni dei dipinti del suo celebre parente nella tappa di Filadelfia del tour.

Van Gogh come una pop star: se ne va in tour mondiale nei centri commerciali
Van Gogh come una pop star: se ne va in tour mondiale nei centri commerciali


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Un neonato che galleggia aggrappato a uno zerbino: è l'installazione di Federico Clapis per i migranti
Un neonato che galleggia aggrappato a uno zerbino: è l'installazione di Federico Clapis per i migranti
Chiara Ferragni e Fedez come san Michele e la Madonna: artista contemporaneo li... iconizza
Chiara Ferragni e Fedez come san Michele e la Madonna: artista contemporaneo li... iconizza
Carrara, il performer che “disturba” l'opera di Cattelan: il manifesto funebre di Rebor entra nell'installazione
Carrara, il performer che “disturba” l'opera di Cattelan: il manifesto funebre di Rebor entra nell'installazione
390 anni dopo Rubens, le pale d'altare di Jan Fabre entrano nella chiesa di Sant'Agostino ad Anversa
390 anni dopo Rubens, le pale d'altare di Jan Fabre entrano nella chiesa di Sant'Agostino ad Anversa
Un crowdfunding per completare il Parco dei Murales a Napoli
Un crowdfunding per completare il Parco dei Murales a Napoli
Firenze, in corso il restauro del Putto col delfino di Verrocchio
Firenze, in corso il restauro del Putto col delfino di Verrocchio