Sicilia, ingresso gratuito in tutti i luoghi della cultura il 10 marzo in omaggio a Sebastiano Tusa


Il 10 marzo tutti i musei, i parchi e le istituzioni della Sicilia saranno visitabili gratuitamente in ricordo di Sebastiano Tusa. 

Mercoledì 10 marzo, in occasione della Giornata dei beni culturali siciliani dedicata alla memoria di Sebastiano Tusa, tutti i musei, i parchi, le gallerie e gli istituti della Sicilia saranno visitabili gratuitamente. È necessario prenotarsi sulla piattaforma  Youline e seguire tutte le misure anti-Covid.

L’iniziativa istituita lo scorso anno dal presidente della Regione, Nello Musumeci, ricorda l’archeologo siciliano e assessore regionale scomparso nel disastro aereo in Etiopia il 10 marzo 2019: si trovava in Etiopia per un progetto UNESCO. La giornata di accesso gratuito intende promuovere il patrimonio culturale della Sicilia.

“Nel secondo anniversario della tragica scomparsa del nostro caro Sebastiano, consideriamo questa giornata un segno di rinascita, pur in un periodo di grande difficoltà” ha sottolineato l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà, “che sta vivendo tutta la popolazione e anche il settore culturale. Questo segnale di speranza ci è sembrato un modo doveroso per ricordare un uomo che ha speso la sua vita per la Sicilia, per la cultura, per la storia”.

Lo scorso agosto a Sebastiano Tusa è stato intitolato il nuovo Museo del Mare di Pantelleria

Sicilia, ingresso gratuito in tutti i luoghi della cultura il 10 marzo in omaggio a Sebastiano Tusa
Sicilia, ingresso gratuito in tutti i luoghi della cultura il 10 marzo in omaggio a Sebastiano Tusa


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma