“Accogliamo studenti e docenti esuli dall'Afghanistan”: l'appello dell'Accademia di Belle Arti di Roma


L’Accademia di Belle Arti di Roma ha scritto una lettera-appello a tutte le istituzioni scolastiche perché accolgano studenti e docenti esuli dall’Afghanistan.

La direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma Cecilia Casorati, insieme alla presidente Giovanna Alberta Campitelli, ha pubblicato sul sito e sui canali ufficiali dell’istituzione una lettera riguardo all’attuale situazione che sta accadendo in Afghanistan

“Di fronte a ciò che sta accadendo in Afghanistan non ci si può limitare a analisi e commenti superflui o a pubblicare sui social immagini spaventose ma inefficaci che incrinano, momentaneamente e forse soltanto superficialmente, la quiete d’agosto”: con queste parole inizia la lettera. E prosegue: "In un’intervista alla BBC, Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace nel 2014, ha chiesto al mondo di non limitarsi a guardare ma di agire per garantire protezione e sicurezza a chi è costretto a fuggire dal suo Paese e, in particolar modo, alle donne e alle ragazze e ha riaffermato l’importanza dell’istruzione come strumento di libertà e di emancipazione. Ha poi concluso l’intervista, dicendo che il futuro delle giovani e dei giovani afghani non è perduto se possono continuare a studiare ovunque si trovino".

La direttrice sottolinea che "ampliando un progetto già in essere che prevede di accogliere il prossimo anno accademico due studenti rifugiati, l’Accademia di Belle Arti di Roma ha scelto di ascoltare le sue parole e, in sintonia con le dichiarazioni delle alte cariche dello Stato e con la disponibilità dimostrata dalla Sindaca di Roma, ha deciso di istituire ulteriori borse di studio per le studentesse e gli studenti afghani e alcune posizioni di Visiting Professor". L’istituzione vuole promuovere inoltre l’iniziativa e invita tutte le Accademie, i Conservatori, gli ISIA e le Università italiane affinché si impegnino ad accogliere, secondo le proprie disponibilità, studenti e docenti esuli.

“In questo momento è indispensabile che la comunità accademica si mostri compatta”, così si conclude la lettera, “permettendo alle giovani e ai giovani afghani di avere un futuro e garantendo loro la trasmissione del sapere e il libero esercizio del pensiero”. 

“Accogliamo studenti e docenti esuli dall'Afghanistan”: l'appello dell'Accademia di Belle Arti di Roma
“Accogliamo studenti e docenti esuli dall'Afghanistan”: l'appello dell'Accademia di Belle Arti di Roma


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma