L'albero di Pistoletto illumina Piazza della Repubblica a Firenze


Acceso l’8 dicembre, in Piazza della Repubblica a Firenze, l’albero di Michelangelo Pistoletto. Si ispira al Terzo Paradiso.

In Piazza della Repubblica a Firenze è stato acceso il grande albero di Michelangelo Pistoletto, iniziativa che rientra nell’appuntamento natalizio di Firenze Light Festival. L’edizione di quest’anno omaggio il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla Luna, perciò è stata denominata Moon F-Light.

Per questa occasione sono stati realizzati per il progetto Three Artist Trees tre alberi di 18 metri di altezza che sono vere opere site specific di tre celebri artisti: Michelangelo Pistoletto, Mimmo Paladino e Domenico Bianchi

Gli alberi sono stati collocati rispettivamente in Piazza della Repubblica, in Piazza Santa Maria Novella e in Piazza Santissima Annunziata.

Il primo ad essere stato acceso in occasione dell’8 dicembre è proprio quello di Pistoletto in Piazza della Repubblica: si tratta di un grande albero retroilluminato che presenta immagini che rimandano al Terzo Paradiso, ovvero le varianti installate in tutto il mondo. Tre cerchi consecutivi che rappresentano l’infinito: i due cerchi esterni sono simbolo delle diversità e degli opposti, mentre quello centrale simboleggia l’unione degli opposti, base per creare una nuova umanità. 

Gli altri due alberi di Paladino e di Bianchi saranno accesi il 14 dicembre. 

L'albero di Pistoletto illumina Piazza della Repubblica a Firenze
L'albero di Pistoletto illumina Piazza della Repubblica a Firenze


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER