Il Museo del Duomo di Firenze lancia un'applicazione per i non udenti


Il Museo del Duomo di Firenze lancia la app “Access to Opera” per consentire la visita al museo ai visitatori non udenti.

I non udenti potranno visitare il Museo dell’Opera del Duomo a Firenze in maniera più fruibile grazie all’applicazione “Access to Opera”, realizzata proprio dall’Opera del Duomo in collaborazione con le associazioni culturali Prisma e Comunico e con persone sorde e narratori in Lis (Lingua dei Segni Italiana), che hanno partecipato al progetto fin dall’inizio.

“Access to Opera” è un’app multisensoriale costituita da 15 video con spiegazioni delle opere e delle sale più rappresentative del museo che faciliterà la visita del museo non soltanto ai non udenti, ma anche a chi è affetto da altri deficit (cognitivo, culturale, linguistico) e, addirittura, fungerà anche da strumento per sviluppare laboratori didattici nelle scuole e workshop laboratoriali.
L’applicazione è scaricabile sui propri dispositivi mobili come integrazione a quella già esistente e gratuita de Il Grande Museo del Duomo, oppure è possibile usufruirne grazie a degli iPad messi a disposizione dall’Opera su cui l’applicazione è già stata installata.

Luca Bagnoli, Presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore, ha spiegato: “Per l’Opera di Santa Maria del Fiore queste iniziative rappresentano un cammino volto a condividere il nostro patrimonio, attraverso un’inclusione sempre maggiore e attenta alle opportunità fornite dalle nuove tecnologie, in modo da permetterne una fruizione attiva sempre più consapevole da parte di tutti i pubblici interessati”.

Timothy Verdon, direttore del Museo dell’Opera del Duomo, ha affermato: “La bellezza, vitale e misteriosa, è anche guaritrice e penetra oltre il velo  per toccare l’essere umano, anche se sofferente, nel profondo”.

“Access to Opera” è solo l’ultima, in ordine di tempo, delle iniziative messe in campo dall’Opera per rendere sempre più fruibili e facilitate le visite ai suoi monumenti: Cattedrale di Firenze, Cupola del Brunelleschi, Campanile di Giotto, Cripta di Santa Reparata, Battistero e Museo dell’Opera del Duomo.
Dal 2017, infatti, è già disponibile il percorso tattile TouchAble, così come tante altre attività rivolte alle persone con Alzheimer e altre forme di demenza e per chi se ne prende cura.
In particolare il progetto denominatao Co-OPERA-tività, dopo una prima fase di sperimentazione, dall’inizio di quest’anno, è diventato operativo e le persone possono partecipare alle attività, che sono gratuite, iscrivendosi attraverso le strutture residenziali e le famiglie.

Infine è in fase di sperimentazione un progetto dal nome Liget rivolto alle  persone con disturbi del neurosviluppo (autismo e vari) e i loro familiari.

Il Museo del Duomo di Firenze lancia un'applicazione per i non udenti
Il Museo del Duomo di Firenze lancia un'applicazione per i non udenti


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Nasce il Parco Archeologico di Segesta. In Sicilia ne sono previsti altri diciassette
Nasce il Parco Archeologico di Segesta. In Sicilia ne sono previsti altri diciassette
Trani, imbratta la Cattedrale per dedica amorosa al suo Luigi. Il sindaco: Luigi, hai una fidanzata idiota
Trani, imbratta la Cattedrale per dedica amorosa al suo Luigi. Il sindaco: Luigi, hai una fidanzata idiota
Pisa, programma del sindaco propone di demolire tre arcate dell'Acquedotto Mediceo per farci passare la tangenziale
Pisa, programma del sindaco propone di demolire tre arcate dell'Acquedotto Mediceo per farci passare la tangenziale
L'Aquila: l'ambasciatore di Francia in Italia ammira il restauro della la chiesa di Santa Maria del Suffragio
L'Aquila: l'ambasciatore di Francia in Italia ammira il restauro della la chiesa di Santa Maria del Suffragio
Un'opera di Picasso  stata comperata da 25.000 persone, diventate i suoi nuovi proprietari
Un'opera di Picasso stata comperata da 25.000 persone, diventate i suoi nuovi proprietari
26-27 ottobre 2018: Giornata Blu a Palazzo Blu con aperture straordinarie serali e incontro Daverio-Bradburne
26-27 ottobre 2018: Giornata Blu a Palazzo Blu con aperture straordinarie serali e incontro Daverio-Bradburne



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020