Scompare all'età di 94 anni Achille Perilli, maestro dell'astrattismo


Addio ad Achille Perilli, maestro dell’astrattismo italiano. È scomparso all’età di 94 anni a Orvieto. 

È scomparso all’età di 94 anni il maestro dell’astrattismo italiano Achille Perilli; l’artista si è spento ieri, 16 ottobre, a Orvieto, all’Ospedale Santa Maria della Stella. 

Nato a Roma nel 1927, Perilli fondò con Piero Dorazio, Giovanni Guerrini, Renzo Vespignani e altri artisti il Gruppo Arte Sociale (Gas) e contribuì alla nascita delle riviste Ariele e La Fabbrica. Nel 1947 partecipò alla redazione del manifesto Forma 1 volto alla difesa dell’arte astratta: il manifesto venne firmato anche da Carla Accardi, Ugo Attardi, Piero Consagra, Dorazio, Guerrini, Antonio Sanfilippo, Giulio Turcato. Aderì successivamente al Movimento per l’arte concreta; dal 1957 al 1960 diresse la rivista L’esperienza moderna insieme a Gastone Novelli e nel 1964 fondò la rivista Grammatica. Nel 1982 pubblicò il manifesto Teoria dell’irrazionale geometrico.

All’inizio della sua carriera artistica realizzava composizioni astratte con sequenze grafico-narrative, poi dagli Settanta cominciò a realizzare le machinerie basate su strutture mutanti. Il suo stile ha sempre richiamato figure piane geometriche che però si percepiscono come figure irregolari e astratte in uno spazio non reale, dipinte con colori brillanti e vivaci. 

Ha partecipato alla Biennale di Venezia del 1952, 1958, 1962 e nel 1968 con una personale, e dal 1948 al 1986 ha partecipato alla Quadriennale di Roma. 

Scompare all'età di 94 anni Achille Perilli, maestro dell'astrattismo
Scompare all'età di 94 anni Achille Perilli, maestro dell'astrattismo


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER