Addio a Robert Freeman. Il fotografo dei Beatles si è spento a 82 anni


Si è spento pochi giorni fa Robert Freeman, il celebre fotografo ufficiale dei Beatles. Immortalò anche Andy Warhol e Muhammad Ali.

Addio a Robert Freeman. Si è spento all’età di 82 anni a Londra il celebre fotografo delle star. I suoi scatti più famosi immortalano i Beatles: Freeman collaborò con l’iconica band inglese dal 1963 al 1966, avendo occasione di fotografare i componenti del gruppo numerose volte. Realizzò le copertine più note, a cominciare da With The Beatles, e altre come A Hard Day’s Night, Beatles for Sale, Help! e Rubber Soul

Ad annunciare la scomparsa di Robert Freeman sono stati proprio i Beatles sulla loro pagina ufficiale Twitter, dove si legge “Robert Freeman, per molto tempo fotografo dei The Beatles, è morto - ha creato alcune delle più iconiche immagini della band. Le sue foto continueranno a essere apprezzate e a ispirare altri fotografi”.
Inoltre sul profilo Facebook della band sono comparse le copertine degli album realizzate dal fotografo, celebrando attraverso i suoi scatti la loro stretta collaborazione. 

Il fotografo londinese iniziò come fotoreporter, ma ebbe il suo successo proprio come primo fotografo ufficiale dei Beatles. Tra i suoi scatti si ricordino quelli a Andy Warhol, a Muhammad Ali, all’attore Charlton Heston, al cantante reggae Jimmy Cliff.
Nel 1964 realizzò uno dei primi Calendari Pirelli. 

Ph.Credit Ansa

Addio a Robert Freeman. Il fotografo dei Beatles si è spento a 82 anni
Addio a Robert Freeman. Il fotografo dei Beatles si è spento a 82 anni


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma