Duecento anni fa la posa della prima pietra del Tempio Canoviano di Possagno.


In occasione dei duecento anni dalla posa della prima pietra del Tempio Canoviano di Possagno, è previsto un ricco programma di eventi per celebrare l’anniversario.

In occasione dei duecento anni dalla posa della prima pietra del Tempio Canoviano di Possagno, avvenuta l’11 luglio 1819, l’Opera Dotazione del Tempio Canoviano di Possagno con la Fondazione Canova onlus e il Comune di Possagno organizzano gli Anniversari Canoviani, celebrando questa ricorrenza con eventi e iniziative culturali. Sarà la prima fase delle celebrazioni che si concluderanno nel 2022, bicentenario della morte di Antonio Canova, grande artista neoclassico.

In quella data venne posata infatti la prima pietra del Tempio Canoviano di Possagno, tra grandi feste e la partecipazione dell’artista. Il Tempio era stato progettato da Canova in più riprese tra il 1804 ed il 1818, aiutato per i disegni da Pietro Bosio e Luigi Rossini, con i consigli epistolari di Giannantonio Selva e Antonio Diedo. La spesa del Tempio fu sostenuta quasi per intero dallo scultore e ai lavori partecipò quasi tutta la comunità di Possagno (che fornì anche alcuni materiali e lavoro volontario) e cittadini di paesi vicini. A lavori appena cominciati, Canova morì, ma nel suo testamento affidò al fratellastro monsignor Giovanni Battista Sartori il compito di portare a termine l’?impresa. Il 7 maggio 1832 il Tempio venne solennemente consacrato. 

Il programma degli Anniversari Canoviani, dall’11 al 14 luglio, prevede:  

Giovedì 11 luglio 2019, alle ore 20 apertura delle celebrazioni.

Ore 21: Concerto al Tempio Canoviano - I Solisti Veneti
Speciale concerto in Tempio con I Solisti Veneti che eseguiranno brani musicali scelti tra quelli più amati da Canova: Bach, Vivaldi, Corelli, Marcello.
Ingresso: intero 15 euro - ridotto 12 euro.
Info e prenotazioni: Biglietteria Operaestate Festival, tel. 0424 524214 e sul sito www.operaestate.it 

Venerdì 12 luglio 

Ore 11: Inaugurazione mostra Un Tempio per l’eternità, presso la Gypsotheca e il Museo Antonio Canova (dall’11 luglio al 13 ottobre 2019)
Incisioni, dipinti e sculture permetteranno di ripercorrere la costruzione del Tempio, esempio di architettura neoclassica. Un modello ligneo in scala permetterà la visione dell’edificio che diventerà l’architettura celebrativa dei duecento anni canoviani. 

Ore 15: Visite guidate al Tempio e alla Gypsotheca e al Museo Antonio Canova.
Una guida esperta accompagnerà i visitatori alla scoperta del Tempio, della Gypsotheca e della casa natale di Antonio Canova.
La visita guidata è gratuita. Prenotazione consigliata al n.0423 544323 o scrivendo a posta@museocanova.it
L’evento è organizzato in collaborazione con l’Associazione Amici del Canova

Ore 17: Lectio Magistralis di Guido Beltramini presso il Tempio Canoviano. Classicismo e Neoclassicismo: Palladio, Canova e la diffusione della cultura veneta nel mondo. Evento gratuito. 

Ore 21: Proiezione del film Canova de La Grande Arte al Cinema, presso il Teatro dell’Istituto Cavanis.
Un viaggio nell’opera del massimo maestro del Neoclassicismo. In questo docu-film, realizzato in collaborazione con la Gypsotheca e Museo Antonio Canova, viene illustrata la storia dello scultore che, partendo da Venezia ha portato il suo talento e la sua arte in tutto il mondo, passando per Francia, Inghilterra, Russia e soprattutto Roma, ma senza lasciare mai Possagno, suo paese natale. Le tecniche di ripresa 8K HDR riveleranno dettagli poco conosciuti e soprattutto mostreranno lo stesso punto di vista dello scultore neoclassico raccontato dalla voce di chi conosce perfettamente i suoi capolavori: Vittorio Sgarbi, Presidente dalla Fondazione Canova di Possagno e Mario Guderzo, Direttore del Museo e Gypsotheca Antonio Canova di Possagno.
Evento gratuito; si consiglia la prenotazione scrivendo a info@anniversaricanoviani.it 

Sabato 13 luglio 

Ore 19: Galà in bianco
Cena di raccolta fondi per il restauro delle metope canoviane.
Nel giardino della Gypsotheca e Museo Antonio Canova si terrà una cena in bianco. Il ricavato sarà devoluto in favore del restauro delle metope canoviane custodite in Gypsotheca, intervento ormai necessario per la tutela e la conservazione del patrimonio del Museo di Possagno.
La serata prevede aperitivo di benvenuto, cena e spettacolo del video mapping al Tempio Canoviano alle ore 22:30. Dress Code suggerito: bianco
Per info e prenotazioni: eventi@museocanova.it 

Ore 22:30: video mapping al Tempio Canoviano
Realizzato da Infinity e Cenè International.

Domenica 14 luglio 

Ore 15: Visite guidate al Tempio e alla Gypsotheca e Museo Antonio Canova 

Ore 17: Concerto al Tempio Canoviano - Venice Monteverdi Academy 
Il Venice Monteverdi Academy Choir, diretto da Roberto Zarpellon e accompagnati all’organo da Nicola Lamon, proporrà un programma variegato, prendendo spunto dai diversi elementi architettonici e dai simboli della religiosità contenuti all’interno del tempio stesso. Dall’antica lauda Alta Trinità beata, in riferimento alla dedicazione del tempio, a brani di passione legati alla Deposizione del Cristo dalla Croce e alla Pietà, fino a giungere ad un angolo dedicato alla Madonna che ci rimanda allo stendardo della Madonna della Misericordia. Una parte importante sarà riservata alle composizioni di Gioacchino Rossini, che a Canova dedicò la cantata Omaggio pastorale.
Evento gratuito.
Si consiglia la prenotazione: info@anniversaricanoviani.it 

Per maggiori info: www.anniversaricanoviani.it

Ph.Credit Anniversari Canoviani

Duecento anni fa la posa della prima pietra del Tempio Canoviano di Possagno.
Duecento anni fa la posa della prima pietra del Tempio Canoviano di Possagno.


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER