Apre a Roma il Fondo Andrea Camilleri. Franceschini: “Un regalo alla cultura e agli italiani”


Apre il 7 giugno 2022 a Roma il Fondo Andrea Camilleri per tutelare e valorizzare l’eredità culturale dello scrittore, autore teatrale e radiofonico, regista e intellettuale, nonché padre del Commissario Montalbano. 

Apre oggi a Roma, nel quartiere Prati, il Fondo Andrea Camilleri, fondo che nasce con l’intento di tutelare e valorizzare l’eredità culturale dello scrittore, autore teatrale e radiofonico, regista e intellettuale, dando vita a uno spazio appositamente dedicato alla conoscenza della sua opera. Apre al pubblico il 7 giugno il Fondo Andrea Camilleri con l’obiettivo di conservare il suo archivio e la sua biblioteca e promuovere attività culturali partendo dalla sua esperienza artistica e professionale e la sua scrittura per cui è noto in tutto il mondo, padre del celebre Commissario Montalbano.

In occasione dell’inaugurazione, il Fondo presenta una mostra documentaria, dal titolo Il corso delle cose. Andrea Camilleri e il suo archivio, che intende proporre una prima rappresentazione del lavoro dello scrittore attraverso i documenti originali conservati tra le sue carte. La mostra ha il coordinamento scientifico di Andreina, Elisabetta e Mariolina Camilleri, figlie dello scrittore, ed è curata da Patrizia Severi.

Il Fondo è stato presentato questa mattina alla presenza del sindaco di Roma Roberto Gualtieri, del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e del ministro della Cultura Dario Franceschini. L’archivio riunisce tutti i suoi libri, le traduzioni, i saggi e le tesi di laurea sulla sua opera, la sua biblioteca con oltre cento faldoni. Il Fondo è suddiviso in sezioni: gli inediti, le regie teatrali, i saggi, i lavori in Rai come regista della programmazione radiofonica dei contenuti di prosa, sceneggiature e produzioni televisive.

“Camilleri ha progettato e ci ha donato questo archivio”, ha affermato il sindaco Gualtieri. “È importante vedere che a Roma nasce un archivio di un intellettuale europeo e molto romano, con appunti, sceneggiature, carteggi, che saranno fondamentali per la comunità scientifica, ma anche un polo che valorizzeremo e che, immagino, sarà aperto anche ai semplici lettori che vorranno vedere e vivere il laboratorio di opere che hanno appassionato tantissimi”. “Grazie alla famiglia per questo dono alla città, al paese e alla comunità di appassionati della cultura e della letteratura”, ha concluso Gualtieri. “Un fondo, in un luogo bellissimo che diventerà un polo culturale vivo della città”.

Il Fondo Camilleri, realizzato attraverso "un lavoro veloce e scientificamente ineccepibile, fatto in tempo così breve, è un regalo che viene fatto al paese, al mondo della cultura, a tutti gli italiani", ha commentato il ministro Franceschini.

Apre a Roma il Fondo Andrea Camilleri. Franceschini: “Un regalo alla cultura e agli italiani”
Apre a Roma il Fondo Andrea Camilleri. Franceschini: “Un regalo alla cultura e agli italiani”


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Gagosian e La Fondazione insieme per un continuum d'arte su via Crispi a Roma
Gagosian e La Fondazione insieme per un continuum d'arte su via Crispi a Roma
In Umbria viene esposto il Bambin Gesù delle Mani del Pinturicchio per il festival medievale
In Umbria viene esposto il Bambin Gesù delle Mani del Pinturicchio per il festival medievale
A Firenze nascerà un grande polo dell'arte contemporanea e della creatività
A Firenze nascerà un grande polo dell'arte contemporanea e della creatività
Rimini, la nuova Piazza Malatesta dove si può sguazzare nell'acqua è già un caso
Rimini, la nuova Piazza Malatesta dove si può sguazzare nell'acqua è già un caso
Degrado culturale: i TG serali ignorano la scomparsa di Germano Celant
Degrado culturale: i TG serali ignorano la scomparsa di Germano Celant
La Biennale dell'Antiquariato di Firenze si chiude con oltre 28mila visitatori.
La Biennale dell'Antiquariato di Firenze si chiude con oltre 28mila visitatori.



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020