Sabotaggio a Guernica: questa la trama dell'ultimo capitolo della saga di spionaggio di Pérez-Reverte


Nella terza e ultima parte della saga di spionaggio dello scrittore Arturo Pérez-Reverte, Sabotaje, si tenta di sabotare l’esposizione di Guernica all’Esposizione del 1937.

Impedire a Pablo Picasso di contribuire con la sua arte alla propaganda repubblicana e ostacolare l’esposizione di Guernica all’Esposizione Universale di Parigi del 1937: questo è l’obiettivo di Lorenzo Falcó, agente del servizio di spionaggio franchista

Succede nella terza e ultima parte della trilogia di Arturo Pérez-Reverte: l’ultimo romanzo della sua saga di spionaggio, dal titolo Sabotaje (Sabotaggio), dove protagonista è ancora Lorenzo Falcó, è ambientato proprio nell’epoca in cui il celebre Picasso realizza in un edificio uno dei suoi grandi capolavori, Guernica, per conto della Repubblica.

Nel romanzo si legge che Picasso “no pintó el Guernica por patriotismo ni por democracia; lo pintó por muchísimo dinero” (non dipinse Guernica né per patriottismo né per democrazia; lo realizzò per molto molto denaro).

Riuscirà Lorenzo Falcó nel suo intento? 

Fonte: El Mundo - El País 

Sabotaggio a Guernica: questa la trama dell'ultimo capitolo della saga di spionaggio di Pérez-Reverte
Sabotaggio a Guernica: questa la trama dell'ultimo capitolo della saga di spionaggio di Pérez-Reverte


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Il David di Michelangelo è ancora più protetto
Il David di Michelangelo è ancora più protetto
Addio a Bernardo Bertolucci, grande maestro del cinema
Addio a Bernardo Bertolucci, grande maestro del cinema
Di nuovo visibile e accessibile il balcone di Palazzo d'Accursio a Bologna dopo il restauro
Di nuovo visibile e accessibile il balcone di Palazzo d'Accursio a Bologna dopo il restauro
Gaffe culturale di Di Maio: “A Taranto non ci sono musei degni”. Ma la direttrice del MArTA replica
Gaffe culturale di Di Maio: “A Taranto non ci sono musei degni”. Ma la direttrice del MArTA replica
MiBAC, stanziamento di 25 milioni di euro in tre anni per progetti culturali nelle periferie urbane
MiBAC, stanziamento di 25 milioni di euro in tre anni per progetti culturali nelle periferie urbane
Scovati dipinti falsi attribuiti a Dadamaino
Scovati dipinti falsi attribuiti a Dadamaino