Diminuiscono i furti d'arte, ma aumentano chiese e musei colpiti


Il Comando Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri presenta l’attività operativa 2016: furti d’arte in diminuzione ma aumentano in chiese e musei.

94.168 beni recuperati (tra i quali i dipinti trafugati dal Museo di Castelvecchio di Verona): è il risultato dell’attività operativa del 2016 del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC), presentato nelle scorse ore alla stampa dal generale di brigata Fabrizio Parruli. Contemporaneamente, sono state diramate anche alcune statistiche: in particolare, sono in calo i furti d’arte (449 nel 2016 contro i 450 del 2015, i 609 del 2014, i 676 del 2013, gli 891 del 2012 e i 906 del 2011) e gli scavi clandestini (14 nel 2016, 21 nel 2015). Si registra però un incremento dei furti nelle chiese: 215 nel 2016, contro i 176 del 2015. Le chiese rappresentano i luoghi più presi di mira dai ladri di opere d’arte. Al secondo posto i luoghi privati (125 furti), seguono i luoghi espositivi (70). 20 i furti nei musei nel 2016 (in aumento: erano 14 nel 2015), 14 quelli in biblioteca, 5 quelli negli archivi.

Per quanto riguarda le regioni più colpite dai furti, sul podio ci sono Toscana (69 furti), Campania (52) e Piemonte (51), con la prima e la terza che registrano forti incrementi (rispettivamente +30% e +41,7%) rispetto al 2015. Meno colpite invece la Val d’Aosta (nessun furto), la Basilicata (2), il Molise e la Calabria (3). Gli oggetti più trafugati sono i francobolli, e un settore particolarmente “fiorente” sembra essere quello della contraffazione: 667 i falsi riconosciuti dai Carabinieri nel 2015.

“La situazione dei crimini contro l’arte, nel 2016”, dichiara il generale Parruli, “conferma il trend positivo degli ultimi anni: seppur lieve, infatti, si è registrata una flessione del numero dei furti riguardanti i beni culturali. Il fatto che al decremento non sia corrisposta una diminuzione degli oggetti asportati, tuttavia, è uno dei motivi che spinge il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC) a mantenere alta la guardia e a continuare ad investire tutte le risorse disponibili nelle attività di prevenzione e repressione delle aggressioni criminali nello specifico settore di competenza”.

È possibile scaricare il report completo dell’attività 2016 del TPC.

Diminuiscono i furti d'arte, ma aumentano chiese e musei colpiti
Diminuiscono i furti d'arte, ma aumentano chiese e musei colpiti


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


#lartechelegge: la nuova campagna social del MiBACT
#lartechelegge: la nuova campagna social del MiBACT
Esportazione dei beni culturali: c'è un appello a Mattarella per fermare la riforma
Esportazione dei beni culturali: c'è un appello a Mattarella per fermare la riforma
Una squadra di calcio indosserà una maglia con un'opera di Brancuși
Una squadra di calcio indosserà una maglia con un'opera di Brancuși
Caffè Pedrocchi: anche i privati parteciperanno al restauro dello storico caffè padovano
Caffè Pedrocchi: anche i privati parteciperanno al restauro dello storico caffè padovano
Il museo più visitato del mondo nel 2016? È cinese, secondo TEA-AECOM
Il museo più visitato del mondo nel 2016? È cinese, secondo TEA-AECOM
Su Sky Arte HD una serata dedicata alle bellezze del Vaticano
Su Sky Arte HD una serata dedicata alle bellezze del Vaticano