Berlino, danneggiate decine di opere in tre musei: sospetti su complottista di estrema destra


A Berlino danneggiate decine di opere in tre musei della città: sono state colpite con un liquido oleoso. Si sospetta di un complottista di estrema destra.

Un vandalo ha imbrattato, danneggiandole, decine di opere nei musei di Berlino: sono almeno 70 gli oggetti che sono stati colpiti con una sostanza oleosa a inizio ottobre (le autorità hanno però reso nota la notizia solo stamattina). Tra le opere colpite ci sono sarcofagi egizi, sculture in pietra e dipinti del XIX secolo. Il criminale ha colpito tre musei: il Pergamon Museum, la Alte Nationalgalerie e il Neues Museum. La polizia di Berlino ha aperto un’indagine.

Al momento non sono ancora noti gli autori del gesto né le motivazioni. I giornali tedeschi collegano però l’accaduto alle teorie del complotto che stanno montando anche in Germania, sostenute, in questo periodo, da quanti negano l’esistenza del Covid-19. Sui media sta circolando il nome di uno chef vegano 39enne che, nei giorni scorsi, avrebbe scritto sul suo seguitissimo canale Telegram (oltre 100.000 follower) che il “Pergamon Museum è il tempio di Satana”. L’uomo, appartenente agli ambienti della destra estremista, era già stato arrestato lo scorso agosto durante una manifestazione di protesta contro le restrizioni per il Covid-19.

Stando a quanto fanno sapere le autorità, quello d’inizio ottobre è uno dei più gravi attacchi al patrimonio artistico tedesco del dopoguerra. Al momento, su richiesta degli enti preposti alla tutela, non sono ancora stati resi noti i dettagli sui danni. Al momento si sa che il liquido spruzzato sulle opere ha lasciato delle vistose macchie.

Foto: l’Alte Nationalgalerie. Ph. Credit Manfred Brückels

Berlino, danneggiate decine di opere in tre musei: sospetti su complottista di estrema destra
Berlino, danneggiate decine di opere in tre musei: sospetti su complottista di estrema destra


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Eike Schmidt è positivo al Covid, asintomatico: “quindi continuo a lavorare da casa”
Eike Schmidt è positivo al Covid, asintomatico: “quindi continuo a lavorare da casa”
Milano, lo street artist Ozmo dedica un “monumento” alla bambina comprata da Montanelli
Milano, lo street artist Ozmo dedica un “monumento” alla bambina comprata da Montanelli
L'arte di Matì e Dadà debutta in tutto il mondo
L'arte di Matì e Dadà debutta in tutto il mondo
Il perito d’arte Massimiliano Fiorio: “Ritornare al bello per guardare oltre la crisi”
Il perito d’arte Massimiliano Fiorio: “Ritornare al bello per guardare oltre la crisi”
Industria musicale italiana: “16mila tifosi allo stadio? Allora deve essere possibile anche per un concerto”
Industria musicale italiana: “16mila tifosi allo stadio? Allora deve essere possibile anche per un concerto”
Addio a Lindsay Kemp, grande coreografo, mimo e ballerino britannico, amico di David Bowie
Addio a Lindsay Kemp, grande coreografo, mimo e ballerino britannico, amico di David Bowie