Bologna, all'asta le luminarie dedicate a Futura di Lucio Dalla. Il ricavato al reparto oncologico


All’asta le luminarie di via D’Azeglio pedonale a Bologna dedicate alla celebre canzone di Lucio Dalla, Futura. Il ricavato andrà a favore dell’Oncologia del Policlinico Sant’Orsola.

Le luminarie che dal dicembre 2020 erano installate lungo via D’Azeglio a Bologna, dedicate alla celebre canzone di Lucio Dalla, Futura, sono state messe all’asta in collaborazione con Sotheby’s e con la Galleria d’Arte Maggiore.

L’iniziativa è stata promossa dal Consorzio degli Esercenti di Via D’Azeglio Pedonale, insieme al Comune di Bologna e alla Fondazione Lucio Dalla, a favore della Fondazione Policlinico Sant’Orsola. Le luminarie dedicate a una delle canzoni più note e più significative del repertorio dell’artista bolognese erano state realizzate con la collaborazione del maestro Pablo Echaurren Matta che, oltre al titolo, ne ha disegnato gli strumenti musicali che accompagnano le parole e l’omaggio a Lucio che chiude la sequenza delle strofe luminose. Dopo il successo dell’asta benefica delle luminarie di L’anno che verrà che nel 2019 ha consentito la raccolta dei fondi per la realizzazione del nuovo Day Hospital di Oncologia del Sant’Orsola, anche quelle di Futura andranno a scopo benefico: il ricavato sarà donato alla Fondazione Policlinico Sant’Orsola per realizzare il progetto Lo spazio che cura, volto alla ristrutturazione dell’Oncologia del Policlinico Sant’Orsola. 

L’asta si è svolta la sera del 26 ottobre durante una cena di beneficenza preparata dagli chef dell’Associazione Tour-tlen. Nel corso della cena, Raphaelle Blanga, direttrice Sotheby’s Italia ha battuta all’asta le luminarie realizzate dall’artigiano Antonio Spiezia su un’idea di Tiziano Corbelli; i lotti comprendevano sia le scritte luminose sia le installazioni disegnate dal maestro Echaurren per accompagnare le parole di Futura.

Tutto il ricavato della cena e dell’asta, detratte le spese vive, andrà a sostegno della campagna lanciata dalla Fondazione Sant’Orsola per donare ai pazienti un reparto tutto nuovo, dove vivere al meglio il percorso di cura. Grazie al progetto Lo spazio che cura, la degenza di Oncologia sarà completamente rinnovata.

“Poco più di un anno fa abbiamo inaugurato la ristrutturazione del Day hospital oncologico, realizzata grazie alla prima asta delle luminarie di Dalla”, ha dichiarato Giacomo Faldella, presidente Fondazione Policlinico Sant’Orsola Onlus. “In questi mesi abbiamo toccato con mano la gratitudine del personale e dei pazienti, accolti in un posto pieno di verde, di luce e di colori: il luogo giusto, un buon alleato, per chi deve intraprendere un percorso difficile. Oggi abbiamo deciso di fare un passo in più e di ristrutturare tutta la degenza di Oncologia, dove ogni anno vengono ricoverate 900 persone. È un obiettivo ambizioso, ma siamo sicuri che continuando ad avere al nostro fianco i commercianti di via D’Azeglio, la Fondazione Dalla e tutti coloro che continueranno a sostenerci, insieme ancora una volta riusciremo a raggiungerlo”.

Bologna, all'asta le luminarie dedicate a Futura di Lucio Dalla. Il ricavato al reparto oncologico
Bologna, all'asta le luminarie dedicate a Futura di Lucio Dalla. Il ricavato al reparto oncologico


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER