Bologna, riapre lo storico Cinema Modernissimo, un gioiello chiuso da quasi 20 anni


Dopo quasi vent’anni di chiusura, il 21 novembre a Bologna riapre il Cinema Modernissimo, un gioiello del 1915 restituito alla città grazie a Fondazione Cineteca Bologna.

A Bologna, dopo quasi vent’anni dalla chiusura, riapre lo storico cinema Modernissimo, grazie all’azione della Fondazione Cineteca di Bologna che ha voluto restituire alla città la simbolica sala cinematografica, che fu inaugurata nel 1915 nell’edificio polifunzionale di Palazzo Ronzani, nel cuore della città. Progettato dall’ingegnere e scenografo Gualtiero Pontoni (Bologna, 1875 – Riccione, 1941), la sala fu attiva per novant’anni, con alterne vicende, fino alla definitiva chiusura nel 2007.

Sontuosità, eleganza e modernità, che furono da subito le peculiarità di questo spazio, tornano dunque a caratterizzare la sala anche grazie al contributo del grande scenografo Giancarlo Basili, scelta che, come dice Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna, deriva dal fatto che, al di là di una architettura di pregio già nota, “avevamo bisogno di un artista che ci facesse sognare e facesse del Modernissimo il luogo della sorpresa, un’Atlantide dello spettacolo”.

Il progetto di recupero si inserisce nel contesto di una nuova attenzione internazionale ai cinematografi di inizio Novecento che ha già portato al recupero di edifici di importanza storica, artistica e culturale come il Majestic Theatre di New York, il Cinema Louxor di Parigi, il Metro Kino di Vienna e il Théâtre de l’Eden di Marsiglia. Il progetto è anche un attestato di fiducia sul buono stato di salute del cinema: obiettivo della Fondazione è infatti quello di offrire al pubblico una sala unica dal punto di vista scenografico-estetico in cui continuare idealmente la programmazione di grandi capolavori della storia del cinema.

La data da segnare in calendario è martedì 21 novembre: quel giorno infatti il Modernissimo riaprirà i battenti, come annunciato da Comune di Bologna, Fondazione Cineteca di Bologna e Confindustria Emilia Area Centro. Una data attesa dai cittadini bolognesi e dai tanti cinefili internazionali che in questi anni hanno seguito con passione lo sviluppo di un cantiere che restituirà il Cinema Modernissimo alla sua bellezza primo-novecentesca. E tra questi tanti cinefili internazionali ci sarà anche Martin Scorsese, che di fatto ha inaugurato la riapertura della sala.

In occasione del suo incontro pubblico a Bologna lo scorso giugno per lanciare la grande retrospettiva che la Cineteca ha dedicato alla sua monumentale filmografia e che proseguirà al Cinema Lumière dal prossimo 17 settembre, Martin Scorsese ha infatti “battezzato” il Cinema Modernissimo, partecipando a una visita e a una breve proiezione ideata e realizzata per lui, con perle dell’epoca muta restaurate dalla Cineteca di Bologna. Scorsese ha potuto ammirare una sala cinematografica che diventerà, sottolinea la Cineteca, “una perla nel cuore di Bologna per tutta la città e per tutti coloro che amano il Cinema”.

Bologna, riapre lo storico Cinema Modernissimo, un gioiello chiuso da quasi 20 anni
Bologna, riapre lo storico Cinema Modernissimo, un gioiello chiuso da quasi 20 anni


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020