Il sottosegretario Bonaccorsi: “stiamo lavorando al bonus vacanze. Il turismo quest'anno sarà sostenibile e in luoghi poco affollati”


La sottosegretaria ai beni culturali e al turismo Lorenza Bonaccorsi è intervenuta stamani al programma Uno Mattina su Rai Uno per fare il punto in materia di turismo, introducendo alcune delle linee guida che il governo sta seguendo per far ripartire il settore, per permettere alle imprese turistiche di lavorare e agli italiani di andare in vacanza. “Il trend, ha detto il sottosegretario, ”è quello del turismo sostenibile, che va verso le località dell’Italia chiamata minore, che tale non è. È nel sentimento che abbiamo testato, per capire la direzione in questo periodo, e che va verso la scelta di mete meno di massa, verso quell’Italia dei borghi che abbiamo su tutto il territorio in maniera diffusa". La tendenza sarà dunque quella di fare vacanze sostenibili e in luoghi meno affollati.

Per quanto riguarda l’operatività e le linee guida, Bonaccorsi ha detto che il governo è al lavoro. “Tutto il lavoro che stiamo facendo”, ha sottolineato, “deve andare di pari passo con l’andamento del contagio nel nostro Paese, perché al primo posto sempre e comunque c’è la sicurezza e la salute dei cittadini. In accordo a questo, stiamo costruendo un percorso per arrivare ad affrontare l’estate. Già da oggi tutte le regioni hanno la possibilità di dare agli operatori accesso alle strutture alberghiere e agli stabilimenti balneari per la manutenzione. Abbiamo contattato la commissione Colao per capire esattamente quali sono le misure di sicurezza. Come sappiamo, la misura principale è la sanificazione e il distanziamento sociale. Lavoriamo in questa direzione per fornire delle linee guida il prima possibile”.

Sul tema degli spostamenti, Bonaccorsi ha detto che “è chiaro che dobbiamo andare passo dopo passo e capire l’andamento del virus. Rispetto ai prossimi giorni costruiremo il percorso da qui all’estate. Abbiamo avuto un confronto costante con le associazioni di categoria e anche per noi è importante costruire dei protocolli per far sì che si possano fruire le vacanze. Questo è l’obiettivo a cui dobbiamo arrivare”. Quanto ai lavori nei campeggi e negli stabilimenti balneari, Bonaccorsi ha fatto sapere che il governo ha dato il via libera definitivo ai lavori di manutenzione. 

Bonaccorsi sempre oggi, ma con una lettera al quotidiano Il Foglio, è intervenuta sul tema bonus vacanze: “fin dall’inizio di questa crisi è stato ben chiaro che per salvare la stagione estiva sarebbe stato necessario attivare un forte impulso sul turismo in Italia. Per questo stiamo ragionando insieme agli operatori del settore su come realizzare quello che potremmo pensare come un ’bonus vacanza in Italia’ che sarà fondamentale adesso per l’intero comparto ma anche lo strumento da cui ripartire quando finalmente il paese potrà riaprirsi ai flussi del turismo internazionale. Il mio impegno personale, e quello delle donne e degli uomini delle istituzioni del turismo italiano, sarà fermamente orientato a realizzare questo ambizioso obiettivo. Non ci vorrà poco tempo ma ho in me la granitica certezza che ciò sia possibile”. Il buono vacanza, ha aggiunto in un’intervista al quotidiano Avvenire, “è una delle misure che ci viene chiesta dalle associazioni di categoria, ma anche dalla conferenza Stato-Regioni. Dobbiamo capire come attuarla, ci stiamo lavorando. È un bonus che potrà essere speso o detratto... dobbiamo capirlo. Si parla assolutamente di turismo ’domestico’, in Italia. Ci è stato chiesto da molte imprese un credito di imposta sul mancato fatturato rispetto al prossimo anno. Poi c’è il tema dei lavoratori stagionali (a cui è stata allargata la Cig), ma ora dobbiamo ragionare sulla tutela di lavoratori che non verranno mai assunti. E pensiamo a una campagna di promozione turistica, sia interna, sia destinata al turismo dall’estero per essere pronti quando si ripartirà con l’apertura delle frontiere. Una delle richieste degli assessori regionali sono linee guida del comitato scientifico, che possa indicare un percorso verso la riapertura”.

Quanto alle riaperture, Bonaccorsi ha detto che "l’indicazione del distanziamento sociale andrà rispettata. La Cina ha riaperto i luoghi culturali con il 30 per cento delle capacità: si tenderà a rarefare le presenze. La Spagna ci sta già lavorando, e ha previsto un distanziamento tra ombrelloni, che da noi non sarà possibile in tutte le spiagge. Perciò serve un lavoro a stretto contatto col territorio, per costruire un modello nuovo

Il sottosegretario Bonaccorsi: “stiamo lavorando al bonus vacanze. Il turismo quest'anno sarà sostenibile e in luoghi poco affollati”
Il sottosegretario Bonaccorsi: “stiamo lavorando al bonus vacanze. Il turismo quest'anno sarà sostenibile e in luoghi poco affollati”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER