In Brasile è in costruzione un Cristo più alto di quello di Rio de Janeiro


A Encantado, nel sud del Brasile, è in costruzione la terza statua di Cristo più alta del mondo. Supererebbe il Cristo Redentore di Rio de Janeiro. 

Nel sud del Brasile, nella città di Encantado, è in corso la costruzione di un Cristo ancora più grande di quello di Rio de Janeiro. Quest’ultimo, conosciuto come Cristo Redentore, domina sulla cima del Corcovado ed è ormai simbolo di Rio de Janeiro: quest’anno compirà i suoi novant’anni. Ma Encantado vuole competere, costruendone uno ancora più alto (141 piedi che corrispondono a circa 43 metri)che sarà intitolato Cristo Protettore

A idearlo è stato lo scultore Genésio Gomes Moura insieme a suo figlio Markus e anche il nuovo esemplare avrà le braccia tese, similmente al Cristo Redentore. Sarà realizzata in acciaio e cemento. L’opera è stata finanziata dalla Friends of Christ Association.

Una volta terminato, il Cristo Protettore sarà la terza statua di Cristo più alta del mondo: in Messico è infatti in costruzione una di 75 metri d’altezza, al secondo posto si colloca invece una statua già esistente in Polonia. Il Cristo Redentore misura invece 38 metri di altezza. 

La testa e le braccia sono già state installate e le immagini mostrano che i supporti dell’impalcatura saranno rinforzati con cemento. In corrispondenza del cuore di Cristo ci sarà una finestra panoramica da cui i visitatori potranno scattare foto della valle sottostante. 

Ph.Credit Buda Mendes 

In Brasile è in costruzione un Cristo più alto di quello di Rio de Janeiro
In Brasile è in costruzione un Cristo più alto di quello di Rio de Janeiro


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma