#Cinemadays: nuova iniziativa del MiBACT per portare pubblico al cinema


La nuova iniziativa del MiBACT #Cinemadays avrà lo scopo di destagionalizzare le uscite cinematografiche e di attirare pubblico durante l’estate. Scoprite quando!

Il MiBACT ha proposto una nuova iniziativa per destagionalizzare le uscite cinematografiche in sala e per attirare pubblico durante i mesi estivi: si tratta dei #Cinemadays promossi dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo in collaborazione con ANICA- Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali e i produttori, i distributori e gli esercenti cinematografici

Dal 9 al 12 aprile, dal 9 al 15 luglio e dal 24 al 27 settembre 2018 il biglietto per ogni film in tutte le sale cinematografiche aderenti all’iniziativa avrà il costo di soli 3 euro, mentre dal 9 al 15 agosto 2018 nei cinema aderenti saranno proiettate anteprime della nuova stagione cinematografica.

Le informazioni relative alle sale cinematografiche che partecipano all’iniziativa saranno disponibili su un sito internet apposito che verrà realizzato dal MiBACT insieme allo spot che accompagnerà l’iniziativa seguendone il calendario. 

Dario Franceschini ha affermato: "Il mondo del cinema è unito e presenta oggi una nuova promozione per aumentare il numero degli spettatori nelle sale cinematografiche, anche nei mesi estivi. 15 giorni di cinema a 3 euro e un’intera settimana ad agosto dedicata alle anteprime. Sono sicuro che anche questa promozione riscontrerà grande successo soprattutto tra le famiglie e i più giovani".

 

#Cinemadays: nuova iniziativa del MiBACT per portare pubblico al cinema
#Cinemadays: nuova iniziativa del MiBACT per portare pubblico al cinema


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER