Dal Bargello alla Galleria Nazionale dell'Umbria, ecco tutti i direttori confermati ai musei autonomi


Il Ministero dei Beni Culturali ha rinnovato il mandato di nove direttori dei musei autonomi di seconda fascia.

Il direttore generale dei musei del Ministero dei Beni Culturali, Antonio Lampis, ha avviato le procedure di rinnovo per i direttori dei musei autonomi di seconda fascia il cui mandato scade quest’anno. Sono nove i direttori che vedono rinnovarsi di altri quattro anni il loro mandato: oltre a Paolo Giulierini (Museo Archeologico Nazionale di Napoli) e Gabriel Zuchtriegel (Parco Archeologico di Paestum), per i quali la notizia era già stata data alcuni giorni fa, nella lista figurano Eva Degl’Innocenti (Museo Archeologico Nazionale di Taranto), Carmelo Malacrino (Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria), Enrica Pagella (Musei Reali di Torino), Martina Bagnoli (Gallerie Estensi), Flaminia Gennari Santori (Gallerie Nazionali d’Arte Antica di Roma), Paola D’Agostino (Museo Nazionale del Bargello) e Marco Pierini (Galleria Nazionale dell’Umbria).

Lasceranno invece il loro incarico Peter Assmann (Palazzo Ducale di Mantova) e Peter Aufreiter (Galleria Nazionale delle Marche): per il museo lombardo e per quello marchigiano saranno dunque emanati i bandi di selezione pubblica internazionali.

Dal Bargello alla Galleria Nazionale dell'Umbria, ecco tutti i direttori confermati ai musei autonomi
Dal Bargello alla Galleria Nazionale dell'Umbria, ecco tutti i direttori confermati ai musei autonomi


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma