Emanuela Daffra è la nuova Soprintendente dell'Opificio delle Pietre Dure


L’Opificio delle Pietre Dure di Firenze ha una nuova Soprintendente: è Emanuela Daffra, che sostituisce Marco Ciatti il cui mandato è terminato per pensionamento.

L’Opificio delle Pietre Dure ha una nuova Soprintendente: è Emanuela Daffra, che andrà a sostituire Marco Ciatti, il cui mandato è terminato per pensionamento. Daffra è stata nominata ad interim per un anno a partire dal 1 settembre. Prima di insediarsi a Firenze, dal 2019 era direttrice della Direzione Regionale Musei della Lombardia.

Apprezzata storica dell’arte e dirigente del Ministero della Cultura, in cui opera dal 1990, Emanuela Daffra è stata tra l’altro vicedirettrice della Pinacoteca di Brera di Milano dal 2009 al 2016, e successivamente direttrice dell’Accademia Carrara di Bergamo.

Emanuela Daffra non è un volto nuovo all’Opificio: qui infatti ha operato per un breve periodo nel 2018 come direttrice dei Settori di restauro Scultura lignea policroma, Tessili e Arazzi, “conquistandosi”, fa sapere l’Opificio in una nota, “la stima e la simpatia dei colleghi e di tutto il personale, che dunque la ha accolta con un caloroso benvenuto, nella certezza che potrà svolgere un ottimo lavoro”.

Emanuela Daffra è la nuova Soprintendente dell'Opificio delle Pietre Dure
Emanuela Daffra è la nuova Soprintendente dell'Opificio delle Pietre Dure


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE