Firenze, vandalizzata la facciata di Palazzo Strozzi con un'enorme scritta


Ignoti hanno vandalizzato la facciata rinascimentale di Palazzo Strozzi a Firenze imbrattando due lati dell’edificio un’enorme scritta che fa provocatoriamente riferimento a Jeff Koons, protagonista della mostra in corso nelle sale dell’edificio. 

Vandalizzata la facciata di Palazzo Strozzi a Firenze. Un ignoto ha imbrattato il bugnato del palazzo rinascimentale un’enorme scritta che prende i due lati del palazzo su Piazza Strozzi e su Via degli Strozzi, a vernice spray bianca: “Jeff Koons marry me”, ovvero “Jeff Koons sposami”. Una frase provocatoria che fa riferimento all’artista protagonista della grande mostra in corso a Palazzo Strozzi (qui la nostra recensione). L’atto di vandalismo è avvenuto nottetempo e la scritta è stata scoperta stamani.

Grazie all’immediata collaborazione del Comune di Firenze sono già state attivate le operazioni di restauro e di pulitura attraverso il lavoro di un team di restauratori dedicati, e sono in corso accertamenti da parte delle forze dell’ordine per individuare i responsabili dell’accaduto.

“Non possiamo rimanere indifferenti di fronte a un fatto così grave”, afferma Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi. “Un atto come questo va contro il decoro della città, il rispetto della sua bellezza e della sua storia e, più in generale, del bene comune che tutti dobbiamo difendere. Si tratta di un gesto inqualificabile nei confronti di un simbolo di cultura, inclusione e educazione per Firenze e l’Italia che, come tale, va difeso e preservato. Simili scempi non devono mai più ripetersi in futuro”.

Firenze, vandalizzata la facciata di Palazzo Strozzi con un'enorme scritta
Firenze, vandalizzata la facciata di Palazzo Strozzi con un'enorme scritta


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2021
Tutto il 2021 in un libro di 430 pagine con 65 fotografie a colori, in una selezione di 65 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI